Matrix Resurrections: Keanu Reeves ha pagato il viaggio a tutti gli amici

Keanu Reeves ha organizzato e pagato il viaggio ai suoi amici ristretti per la premiere del recente Matrix Resurrections

matrix resurrections, keanu reeves
Keanu Reeves in Matrix Resurrections
Condividi l'articolo

Solo l’ennesimo capitolo della saga “Keanu Reeves fa cose generose”. Recentemente il grande attore ha infatti deciso di invitare tutta la sua crew ristretta, tra i quali amici, familiari, manager, allenatori e quant’altro, per la premiere di Matrix Resurrections (qui la nostra recensione) lo scorso 18 dicembre. Ha organizzato il viaggio dei suoi in jet privati, si è occupato delle sistemazioni negli hotel, ha pensato ai loro biglietti per il film e ha persino organizzato uno speciale brunch post-premiere per gli invitati, tra gli altri regali.

A testimoniare il gesto è arrivato Chad Stahelski, controfigura di Reeves nel ruolo di Neo e regista della saga di John Wick, che sul red carpet ha parlato con The Hollywood Reporter, affermando:

Ha fatto volare un gruppo di noi quassù – ha detto Stahelski. È incredibilmente generoso. Tra il pubblico stasera ci saranno così tante persone che lo hanno aiutato, dai suoi allenatori di arti marziali agli allenatori di jiu-jitsu, ai capelli e al trucco, alla sua squadra di acrobazie. Si assicura che i suoi amici e la sua famiglia siano qui. È epico

Lo stesso Reeves, intervistato su questo ennesimo gesto di generosità, ha spiegato:

LEGGI ANCHE:  Matrix Resurrections: Weaving sarebbe dovuto tornare come agente Smith

Sì, è fantastico poter condividere le nostre esperienze e vite insieme

Subito dopo l’uscita di Matrix Resurrections, a ennesima riporva dell’altruismo dell’attore, è stato rivelato come Reeves abbia donato il 70% dello stipendio guadagnato col primo film della saga nel 1999 alla ricerca contro la leucemia. L’attore ha inoltre segretamente creato un ente no-profit senza alcuna pubblicità.

Ho una fondazione privata che funziona da cinque o sei anni e aiuta un paio di ospedali per bambini e la ricerca sul cancro – aveva detto a Ladies Home Journal nel 2009. Non mi piace allegare il mio nome a questo progetto, ho semplicemente lasciato che la fondazione facesse quello che fa. 

Il solito Keanu.