Flashback: Recensione del film presentato al Trieste Science + Fiction Festival

Tra i nostri film preferiti in concorso al Trieste Science + Fiction Festival 2021 c'é Flashback di Christopher MacBride, allucinato racconto di formazione in forma di fanta-thriller. La recensione.

Flashback
Condividi l'articolo

Se il Trieste Science + Fiction Festival può contare su un pubblico tanto affezionato e fedele è grazie alla sua capacità di farci scoprire ogni anno i titoli più sorprendenti del panorama underground internazionale, comprese quelle produzioni normalmente escluse dai grandi circuiti della distribuzione. È il caso di Flashback di Christopher MacBride.

Dopo Annette di Leos Carax e The Last Journey di Romain Quirot, vi consigliamo di recuperare questo allucinato racconto di formazione in forma di fanta-thriller. Un viaggio nella mente di un protagonista che si affaccia alla vita adulta, mentre si interroga sul libero arbitrio, la libertà individuale e i condizionamenti imposti da un’idea di normalità socialmente accettabile.

Sogni, aspirazioni, ricordi e inquietudini scatenano così in Flashback – conosciuto anche con il primo titolo di lavorazione, The Education of Fredrick Fitzell – un autentico corto circuito tra passato e presente, verità e inganno, realtà e immaginazione.

Flashback: Trama

Freddie Fitzell (Dylan O’Brien) si trova ad un punto cruciale della propria esistenza. Sua madre è sopravvissuta a un ictus ma sembra aver perso irrimediabilmente la memoria, tanto che fatica perfino a riconoscerlo. Intanto, Fred sta ultimando il trasloco nella nuova casa con sua moglie Karen (Hannah Gross) e sta per iniziare un nuovo lavoro come analista dati.

LEGGI ANCHE:  Mortal, Recensione - la mitologia nordica secondo André Ovredal | TSFF20

Un lavoro d’ufficio non rappresenta esattamente il futuro che aveva sperato. Anzi, il ragazzo fatica a rinunciare a quei fantomatici sogni di gioventù che l’avevano spinto a studiare Arti visive e immaginare per sé una vita da illustratore.

Improvvisamente, Freddie inizia a ricordare l’ultima notte prima degli esami, ma soprattutto realizza che dopo quell’assurda serata a base di Mercury, una potente droga psicotropa, non ha mai saputo che fine abbia fatto Cindy (Maika Monroe), la ragazza di cui era follemente innamorato.

Flashback: Recensione in anteprima

flashback
Tra i film più interessanti del Trieste Science + Fiction Festival 2021 c’è Flashback di Christopher McBride

Per raccontare interrogativi, dubbi e tormenti del suo protagonista Christopher MacBride realizza un suadente magma audio-visivo, un viaggio allucinato che spezza la consequenzialità lineare e priva lo spettatore dei suoi più familiari punti di riferimento.

Nonostante il budget ridotto il regista canadese rivela così una sorprendente padronanza del mezzo cinematografico, firmando uno dei più interessanti film mindfuck degli ultimi anni. Ovvero, un film capace di proiettare lo spettatore nei meandri di una mente distorta, che sembra sprofondare in un costante stato di alterazione, nonostante non assuma da anni sostanze psicoattive.

LEGGI ANCHE:  Annette: Recensione del musical di Leos Carax con Adam Driver #TSFF21

Un viaggio a ritroso nel tempo, un sofferto percorso di formazione, un film sulle droghe ma anche sull’accettazione della malattia e della morte, e infine un thriller oscuro, carico di domande senza risposta. Tutto questo è Flashback, uno dei migliori titoli che abbiamo scoperto grazie al Trieste Science + Fiction Festival 2021.

Continuate a seguirci per scoprire le recensioni dal Festival di riferimento per la Fantascienza in Italia. E ricordate che siete ancora in tempo per abbonarvi all’edizione 2021 in streaming. Basta visitare il link www.mymovies.it/ondemand/scificlub.

Flashback: Il cast

  • Dylan O’Brien: Fredrick Fitzell
  • Hannah Gross: Karen
  • Emory Cohen: Sebastian
  • Keir Gilchrist: Andre
  • Maika Monroe: Cindy

Flashback: Trailer ufficiale