Johnny Depp si chiama fuori da Hollywood: “Una macchina infernale”

Presenziando al Festival del Cinema di Roma, Johnny Depp ha parlato di Hollywood, definendolo un luogo per andare in vacanza

johnny depp
Johnny Depp in Blow
Condividi l'articolo

Johnny Depp (qui le 10 migliori interpretazioni della sua carriera), è da poco arrivato a Roma per presenziare alla Festa del Cinema. L’attore infatti darà la voce a un personaggio animato nella web-serie d’animazione dal titolo Puffins. Durante la conferenza stampa ha parlato di questo nuovo progetto.

Quando ho accettato la parte di Jack Sparrow  mi divertiva entrare nel campo nemico, mi interessava ampliare i limiti stessi del personaggio ed è stata una scelta abbastanza forte non cambiare certi connotati. È stato rischioso. Se hai uno spettatore di 5, 35 o 95 anni seduto sul divano che continua a guardare Bugs Bunny e Willy il Coyote accetti determinate regole: per esempio che cresca un bernoccolo a Coyote  se gli cade in testa un sasso. è la regola del cartoon. Doveva accadere lo stesso anche per Jack: dovevo capire che cosa facesse divertire i bambini.

Andando avanti il divo ha parlato anche della sua carriera, ribadendo la sua rottura ormai totale con lo star system principale di Hollywood.

LEGGI ANCHE:  Sia sostiene Johnny Depp contro Amber Heard: "È lui la vittima"

Vorrei ancora lavorare nel cinema, ma voglio stare lontano dalla macchina da presa che sfrutta battute scontate e diretta da registi famosi. Voglio stare lontano da progetti del genere. Mi piacerebbe lavorare con persone che hanno qualcosa da dire, anche una pellicola girata da una quindicenne con un cellulare – ha detto Depp.  Ma che riesca a far capire finalmente che Hollywood è solo un luogo dove andare in vacanza. Credo ci sia tantissima mancanza di capacità e di conoscenza. Io grazie al cielo ne ho preso le distanze, quello è un luogo dove andare in vacanza, ma è una macchina infernale

Già qualche tempo fa Johnny Depp aveva ribadito lo stesso concetto avendo dichiarato di essere stato boicottato da Hollywood.

Alcuni film toccano le persone – aveva detto in qul caso. E questo riguarda gli abitanti di Minamata ma anche le persone che sperimentano cose simili. E intendo proprio qualsiasi cosa… Il boicottaggio di Hollywood nei miei confronti ad esempio? Un uomo, un attore in una situazione spiacevole e disordinata, negli ultimi anni? Ma, sai, mi sto muovendo verso dove devo andare per per portare le cose alla luce.

Cosa ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Johnny Depp potrebbe entrare nei Marilyn Manson
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.