I Simpson: Harry Shearer non doppierà più il Dr. Hibbert

L'attore bianco Harry Shearer non doppierà più il personaggio nero del Dr. Hibbert ne I Simpson in linea con la nuova policy

Harry Shearer
Credits: Derek Bridges / Wikipedia
Condividi l'articolo

La nuova policy riguardante la volontà della produzione de I Simpson di non aver attori bianchi a doppiare personaggi neri continua. Vi ricorderete quando, poco dopo l’assassinio di George Floyd era stato annunciato il primo importante cambiamento in tal senso col doppiatore Mike Henry aveva abbandonato il suo ruolo di Cleveland Brown ne I Griffin (qui i dettagli). Questa volta tocca al Dr. Hibbert, iconico personaggio delle avventure della gialla famiglia di Springfield al quale Harry Shearer non darà più la voce.

L’episodio ‘DiaryQueen’ ha visto Harry Shearer come la voce del dottor Hibbert per l’ultima volta – ha spiegato 20th Television a TheWrap. L’episodio di domenica prossima ‘Wad Goals’ vedrà Kevin Michael Richardson doppiare il dottor Hibbert e da lì in poi darà voce al personaggio

Shearer aveva doppiato il Dr. Hibbert fin dagli albori de I Simpson all’inizio degli anni ’90 e per adesso non ha voluto commentare la decisione presa. Tuttavia è difficile pensare che non si aspettasse che ciò accadesse, visto la strada che la casa per la quale lavorava aveva intrapreso. Subito dopo i terribili fatti di Minneapolis dello scorso maggio infatti, era stata annunciata questa decisione che dunque pian piano andrà a eliminare tutte le situazioni di personaggi di colore doppiati da attori bianchi.

LEGGI ANCHE:  I Simpson, su Disney + non ci sarà l'episodio con Michael Jackson

Un altro caso eclatante di questa rivoluzione copernicana dello show fu quando Hank Azaria decise di abbandonare il suo storico ruolo di Apu. L’uomo ricevette infatti pensati critiche ricevute per la sua macchiettistica interpretazioni del personaggio (qui le dichiarazioni dello stesso Harry Shearer sull’argomento).

I miei occhi sono stati aperti -, aveva detto Azaria all’epoca. Penso che la cosa più importante sia che dobbiamo ascoltare le persone dell’Asia meridionale. Gli indiani in questo paese quando parlano di ciò che sentono, di come pensano di questo personaggio e di quale sia la loro esperienza americana al riguardo.

Che ne pensate?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.