Ricky Gervais contro celebrità ed onorificenze in pandemia

Ricky Gervais
Ricky Gervais nel film Special Correspondents
Condividi l'articolo

Ricky Gervais di nuovo all’attacco

Ricky Gervais, come ben sappiamo, è uno che non sa tenere a freno la lingua, specie quando si tratta di evidenziare ipocrisie. Stavolta ce l’ha con alcuni famosi attori che sono stati insiginiti del cavalierato britannico, il famoso MBE assegnato anche ai Beatles (e a una marea di altre celebrità).

Nel suo mirino ci sono particolarmente gli attori Toby Jones, Lesley Manville e Sheila Hancock, che compaiono infatti nella lista delle nuove onorificenze per il 2021. Il punto sul quale si sofferma l’autore di The Office è il merito riconosciuto a costoro: Services to Acting, servizio attoriale.

“Servizio attoriale? Uno stupido si è messo una parrucca e ha detto qualche verso ed è stato pagato milioni. Non ha bisogno di un MBE per servizio attoriale”. Secondo Gervais, piuttosto, il cavalierato andrebbe assegnato ai lavoratori della “prima linea”; ossia, in questi mesi, medici e operatori sanitari di tutti i tipi.

LEGGI ANCHE:  Ricky Gervais commenta la candela alla vagina di Gwyneth Paltrow

“Lo sai che devi fare una campagna per il cavalierato? Devi scrivere lettere ed essere sponsorizzato. Vale lo stesso per tutte queste piccole stupide onorificenze” dice Gervais, sostenendo quindi che questo tipo di riconoscimento dovrebbe riguardare non solo celebrità ma anche lavoratori comuni che si impegnano tutti i giorni.

Fonte: The Sun

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.