Django Vive, Franco Nero conferma il Film: “Tarantino farà un cameo”

Parlando con Variety, Franco Nero ha rivelato la produzione del film Django Vive nel quale potrebbe fare un cameo Quentin Tarantino

franco nero, django unchained
Franco Nero in un frame di Django Unchained
Condividi l'articolo

Durante un’intervista con Variety, Franco Nero ha rivelato di essere pronto, dopo oltre 50 anni, a riprendere il ruolo di Django nel film Django Vive e di fosse già tutto pronto per girare prima del primo lockdown.

Tutto era pronto, con l’intenzione di girare a New Orleans, prima a maggio, poi a giugno, e poi il mondo è stato bloccato, quindi ora vedremo – spiega Nero. Carolyn Pfeiffer (uno dei produttori) mi ha inviato un messaggio l’altro giorno dicendo che sperano di poter girare alla fine di gennaio 2021. New Orleans è dove Tarantino ha girato “Django Unchained” (in cui ha un cameo).

Carolyn, che è un’amica, è quella che ha coinvolto John Sayles come sceneggiatore. Il regista è  Christian Alvart (“Dogs of Berlin”), uno dei migliori registi tedeschi. 

Proseguendo con l’intervista, il celebre attore reso celebre dallo Spaghetti Western del 1966 di Sergio Corbucci, ha anche rivelato quella che sarà la trama del film.

LEGGI ANCHE:  John Wick Chapter 2 – Recensione in anteprima (no spoiler)

È ambientato nel 1915 quando in America stavano aprendo i primi studi cinematografici dove giravano western muti e assumevano come consulenti i veri eroi dell’Occidente come Wyatt Earp e Buffalo Bill – prosegue l’attore.

 Ma Django non è uno di loro. È un personaggio molto umile. Fa amicizia con questo messicano, lasciano lo studio e vanno in questa città reale dove c’è uno sceriffo e un gruppo di cattivi che sono suprematisti bianchi incappucciati. 

Django è un personaggio tranquillo che chiamano vecchio uomo, o qualcosa del genere. Ma osserva attentamente tutto quello che sta succedendo. Ma la cosa grandiosa del film è che invece, sebbene sia vecchio, può ancora farcela. Alla fine c’è un gran finale incredibile in un cimitero dove esce la mitragliatrice (da una bara) proprio come nell’originale di “Django”. È come un western in un western.

Infine Franco Nero ha spiegato anche come chiederà a Quentin Tarantino di fare un cameo nel film.

Non ancora. Chiederò a Quentin di fare un cameo. Ma solo quando sono del tutto sicuro che il film inizierà a girare. Questo perché un paio di anni fa avrei dovuto fare un film in Italia sui bambini e la boxe con Enzo Castellari e Quentin mi ha detto: “Assolutamente! Farò un cameo”.

 Poi il film non è uscito e mi ha detto: “Non parlarmi mai di un film a meno che tu non sia sicuro al 100%”. Quando saremo del tutto sicuri che le telecamere gireranno, glielo chiederò.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Foxx: "Vi dico di Tarantino e della parola con la N"

Continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook Ufficiale LaScimmiaPensa.com per altre news, recensioni e approfondimenti sul mondo del cinema e delle serie tv!

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.