Caso Floyd, uomo vestito da Joker incendia un’auto: arrestato [FOTO]

Il gesto estremo compiuto da un manifestate che indossava la replica della maschera di Joker.

joker auto polizia manifestate Caso Floyd

L’omicidio di George Floyd ha scatenato quella che potrebbe definirsi quasi una guerra civile. Tra manifestazioni pacifiche e non, spuntano anche atti di ribellioni sopra le righe, come quelli accaduti nelle scorse giornate. Decisamente singolare l’azione di un trentunenne che, travestito da Joker, ha dato fuoco ad un’auto della polizia.

Timothy O’Donnell, questo il suo nome, è stato immortalato da parecchie macchine fotografiche, soprattutto per la sua maschera, identica a quella usata da Joaquin Phoenix nella scena dentro la metro di New York/Gotham City. La polizia ha rintracciato subito l’uomo e lo ha arrestato. Complice un particolare tatuaggio che ha facilitato il rintracciamento.

Un gesto a dir poco estremo che gli costerà sicuramente caro. Non il primo, non l’ultimo che invece caratterizzano alcune manifestazioni su tutto il territorio americano. Il grave abuso di potere della polizia ha scatenato una vera e propria ribellione, alla quale si sono uniti molti attori e star di Hollywood. Da Harry Styles, che pagherà le cauzioni degli arrestati, fino a John Boyega, sceso in prima persona in piazza.

Non da meno, anche qualche cosplayer che ha deciso di indossare un costume per manifestare il proprio dissenso verso gli abusi della polizia. Eclatante la presenza di Batman, in tal senso, nonché di un altro manifestante che ha replicato perfettamente la suit dell’ultimo acclamato Joker firmato Todd Phillips. Con tanto di balletto.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Lorenzo Pietroletti
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".