The Office, Michael Scott doveva essere un assassino

Un'improbabile cambio di rotta per l'amatissimo Michael Scott, interrotto dal creatore Greg Daniels. Tutti i dettagli.

Steve Carrell The Office Michael Scott

Una svolta più dark e molto meno comedy che trovò subito un freno, in quel di The Office. Recentemente, il creatore Greg Daniels ha infatti dichiarato che si è dovuto impuntare con gli sceneggiatori, i quali volevano trasformare Michael Scott, il grande Steve Carell, in un assassino.

Fortunato remake americano dell’omonima serie britannica creata da Ricky Gervais, The Office ha ridefinito i canoni della sit-com, riuscendo anche ad andare oltre il semplice genere. Molti i protagonisti, come John Krasinski e Rainn Wilson, ma il più seguito rimane Michael Scott.

Come riporta ScreenRant, Greg Daniels ha raccontato un aneddoto a dir poco singolare su un cambio di rotta a detta sua troppo eccessivo. O per meglio dire, citandolo testualmente, da matti.

“C’è stato un momento in cui credevo che gli sceneggiatori volessero farmi uno scherzo. Ad esempio, mi dissero che Michael Scott avrebbe investito Meredith ma poi sarebbe tornato indietro per finirla con un ferro da stiro. Mi sono dovuto impuntare perché non potevano farlo. Era da matti!”

Difficile biasimare la scelta di Greg Daniels circa questa improbabile deriva omicida di Michael Scott. Sebbene Steve Carell ci ha già abituato a ruoli diversi da quelli comici, come Beautiful Boy, sarebbe stato davvero difficile rendere il “miglior manager del mondo” un credibile assassino. Molto meglio un generale della Space Force, ma in un’altra serie.

Leggi anche:

Toby è lo Strangolatore di Scranton? Ecco alcune prove

Ecco perché Steve Carell ha abbandonato la serie

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!