Robert De Niro su Trump: “Merita la galera. È un gangster corrotto”

In un'intervista a Repubblica, Robert De Niro ha parlato del suo profondo amore per l'Italia oltre che tirare il solito attacco a Donald Trump

Robert De Niro Donald Trump
Credits: Wikipedia/ Shealah Craighead

Robert De Niro è intervenuto nel progetto Writers on Writers nel quale grandi personalità del mondo dello spettacolo e non, conversano attraverso la lettura di romanzi, poesie e quant’altro. L’attore protagonista di The Irishman. avrebbe dovuto fino all’ultimo momento leggere un brano di Harry Mencken salvo poi trovare una frase di Leonardo Da Vinci che ha voluto leggere in Italiano. In un’intervista con Repubblica ha parlato di questo, oltre che del suo pessimo rapporto col presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Le parole di Robert De Niro a Repubblica

Se vuoi fare un omaggio, devi farlo fino in fondo – ha spiegato De Niro, parlando della sua decisione di recitare la frase in italiano – Citare Leonardo in inglese mi sembrava snaturarlo. Sono orgoglioso delle mie origini italiane, e orgoglioso di appartenere a un popolo che ha dato i natali al più grande genio di tutti tempi. L’Italia rimane il paese più bello del mondo, e quello che storicamente ha dato più di ogni altro in termini culturali e artistici. Oggi mi sembra che viva un momento molto caotico ma ho l’impressione che questa sia una costante della sua storia e che forse proprio da questo caos nasca la sua bellezza”.

La polemica contro Trump

Andando avanti con l’intervista, il Premio Oscar per Toro Scatenato, ha poi avuto parole molto dure, come già accaduto giorni fa, nei confronti del presidente Trump e della sua gestione della pandemia.

Io ritengo che Donald Trump non meriti altro, e l’unica alternativa è mandarlo in galera (cosa che l’attore aveva già dichiarato qui): credo che sia un vero e proprio gangster. È un uomo profondamente corrotto, che corrompe gli altri e il tessuto del nostro paese. Inoltre ha dimostrato di essere un inetto, e ha enormi responsabilità morali: anche nella gestione della pandemia ha compiuto errori gravissimi, minimizzandola e parlando per molto tempo di una bufala.

Mi chiedo quanti morti si sarebbero potuti evitare: è un uomo che è arrivato a dire “se siamo bravi moriranno 100.000 persone” e che nel giorno in cui si è raggiunta quella tragica cifra si è fatto fotografare mentre giocava a golf. Credo che ci sia ben poco da aggiungere, se non che rappresenti un’enorme vergogna per gli Stati Uniti. Un presidente come Donald Trump ha fatto crollare la credibilità dell’intero paese, ed è riuscito a far rivalutare, e di molto, George W. Bush

Cosa ne pensate delle parole di Robert De Niro? Siete d’accordo con lui?

Per altre notizie e approfondimenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com