10 Curiosità su Tre Uomini e una Gamba

Film d'esordio del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, Tre uomini e una gamba è uno dei film più divertenti del cinema italiano. Ecco alcune curiosità

Condividi l'articolo

4) Errori e discrepanze

Come in tutti i film, anche in Tre uomini e una gamba sono presenti alcuni piccoli errori. Un esempio è il colore dei cartelli autostradali. Nel film, infatti, la maggior parte dei segnali stradali sono di colore blu (che indica la presenza di strade extra urbane e urbane) e non verdi come per le autostrade. Per un viaggio così lungo è molto più probabile che i protagonisti abbiano usato le autostrade, ma forse il fatto che non volessero arrivare a destinazione li ha spinti a decidere di intraprendere una strada molto più lunga, chi lo sa!

Oltre a ciò, uno degli errori più visibili è presente nella scena in cui Giacomo si sente male al cinema. Inizialmente lamenta un forte dolore al fianco destro ma, successivamente, quando arriva in ospedale si tocca invece quello sinistro.

Anche nella famosa scena del lago in cui il personaggio di Chiara dice a Giacomo “e così domani ti sposi” e lui risponde “si ma niente di serio”, si può notare un errore. Infatti quando Aldo e Giovanni escono dal lago dopo aver fatto il bagno e lanciano i sassi hanno i costumi completamente asciutti, nonostante siano appena usciti dall’acqua!

Infine, nella scena in cui Aldo, Giovanni e Giacomo sono dal meccanico, si può notare che Marina Massironi cerca di trattenere le risate ogni volta che Aldo fa cadere per terra l’oggetto di latta, cosa sicuramente non prevista dal copione.

5) L’inizio della trilogia

I primi tre film di Aldo, Giovanni e Giacomo (Tre uomini e una gamba, Così è la vita e Chiedimi se sono felice) sono collegati in una sorta di trilogia. Non è un caso che l’attrice Marina Massironi, presente in tutte le tre pellicole, si innamori di tutti e tre i protagonisti in sequenza: nel primo si invaghisce di Giacomo, nel secondo di Aldo e nel terzo di Giovanni.

LEGGI ANCHE:  Arresto a Milano: in manette Ajeje Brazorf

E’ proprio quest’ultimo che anticipa in qualche modo il secondo film del trio. Infatti in una sequenza dice proprio rivolgendosi ad Aldo “così è la vita”, spoilerando così il titolo del secondo film.

Un altro elemento di collegamento si può riscontrare nella prima scena del film. Giacomo sta guardando alla televisione un film dove sono presenti Al, Jon e Jack, le versioni mafiose di loro stessi. Questi personaggi sono presenti nel secondo film Così è la vita, per poi essere i veri protagonisti del quarto film del trio comico.

al-jon-jack tre uomini e una gamba
Al, Jon e Jack in Tre uomini e una gamba

Per concludere, anche le musiche hanno un filo conduttore che unisce i primi film; infatti in Tre uomini e una gamba sono state parzialmente curate dal gruppo musicale dei Negrita, i quali, poi, hanno anche curato l’intera colonna sonora di Così è la vita.

6) Il grande successo

Tre uomini e una gamba uscì per la prima volta nelle sale italiane il 27 dicembre del 1997 e riscosse un grandissimo successo al botteghino. Venne trasmesso poi anche in televisione il 28 marzo 2000 su Canale 5. Anche in questo caso fu un successone: 12 milioni di spettatori e uno share pari al 40.26%. In totale il film incasserà circa 40 miliardi di lire a fronte di una spesa di soli due miliardi per la realizzazione.

LEGGI ANCHE:  Dopo Aldo anche Giacomo lascia il Trio per un progetto in solitaria

Aldo, Giovanni e Giacomo non si aspettavano minimamente il successo che avrebbe avuto il loro film. Nel loro libro Tre uomini e una vita raccontano che, una sera, entrando in una sala cinematografica senza farsi riconoscere, sono rimasti colpiti della reazione del pubblico: “ridevano tutti, le risate non si fermavamo mai”.

Tre uomini e una gamba è stata un’autentica scommessa per il trio comico. Seguendo il consiglio dell’amico Paolo Guerra (produttore del film), Aldo, Giovanni e Giacomo decisero di girarlo gratis, accettando di guadagnare una percentuale sugli incassi. Questo fu un vero colpo di genio perché in questo modo gli attori guadagnarono molto di più, visto il grande successo al botteghino.

Anche la decisione di far uscire il film nel periodo natalizio non è stata presa a cuor leggero. Infatti Tre uomini e una gamba si sarebbe scontrato con i cinepanettoni di Boldi e De Sica, che all’epoca avevano una grande fortuna al cinema. Distribuito solamente in 43 copie nei cinema italiani, il film riesce a raggiungere in poco tempo le centinaia di copie e in pochissimo tempo diventa uno dei film più visti in tutta Italia.

7) I meme

Anche a causa del successo del film, Tre uomini e una gamba ha permesso la creazione di innumerevoli meme e gif, ormai diventati famosissimi sul web. Tra questi, non possiamo non ricordare Giovanni che dice “non ce la faccio… troppi ricordi”, Aldo nella scena della montagna “non posso né scendere né salire!” o Marina Massironi al cinema con Giacomo “non sono attori professionisti, sono presi dalla strada”.

death stranding aldo
Il meme del videogioco di Hideo Kojima Death Stranding che prende spunto dalla scena di Tre Uomini e una Gamba, creato da Le Copertine Videoludiche Ignoranti. Credits: https://www.facebook.com/LeCopertineVideoludiche/photos/a.564111837044409/2341521689303406/?type=3&theater