Stephen King lascia Facebook e Instagram “Non mi sento più a mio agio”

Con un post su Twitter, il celebre scrittore Stephen King ha annunciato di aver abbandonato sia Facebook che Instagram per motivi legati alla privacy.

Pet Sematary, Stephen King sul film: ''E' una cazzo di figata''

Stephen King, uno dei romanzieri di stampo horror più famosi al mondo è uno di quei personaggi molto attivi sui social network, in particolare Twitter. Anche se da oggi dovremo dire che lo scrittore di Shining è attivo solamente sul social del cinguettio. Difatti come annunciato dallo scrittore sul celebre social, King ha deciso di cancellare i propri account sia di Facebook che di Instagram a causa di preoccupazioni che riguardano la privacy degli utenti sulle piattaforme di Mark Zuckerberg. 

Sto per lasciare Facebook. Non mi sento a mio agio con il flusso di informazioni false consentite nella sua pubblicità politica, né sono fiducioso nella sua capacità di proteggere la privacy dei suoi utenti. Seguimi (e Molly, alias The Thing of Evil) su Twitter, se vuoi.

Queste le parole molto dirette che l’ideatore di Misery ha avuto nei confronti del celebre social blu e, di conseguenza, anche per Instagram. Queste parole e questo gesto probabilmente sono legati alla pessima opinione che lo scrittore ha del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, la cui presidenza è stata definita da King come “più spaventosa” dei suoi stessi romanzi. Trump è stato accusato di aver vinto le elezione tramite un utilizzo scorretto di Facebook da parte del governo russo che avrebbe voluto vederlo alla Casa Bianca, il cosiddetto Russiagate.

Cosa ne pensate della decisione di Stephen King? Siete d’accordo con le sue parole?

Leggi anche:

Per altre notizie e approfondimenti su Stephen King continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com