Brad Pitt:”Bradley Cooper mi ha salvato dall’alcol, sono sobrio grazie a lui”

Brad Pitt
Brad Pitt in C'era una volta a... Hollywood
Condividi l'articolo

Un ringraziamento speciale, molto sentito, tra due amici ancor prima che colleghi. Stiamo parlando di Brad Pitt e Bradley Cooper, superstar hollywoodiane, comunque esseri umani. E in quanto tali, soggetti a cadere in debolezze e dipendenze, come accaduto recentemente a Pitt stesso.

Durante la cerimonia dei National Board Of Review, in cui Brad Pitt ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista per C’era Una Volta a… Hollywood, l’attore ha pubblicamente ringraziato Bradley Cooper per averlo aiutato a rimanere sobrio.

Ha inoltre affermato che proprio il suo collega, attore e regista dell’acclamato A Star Is Born, si è letteralmente fatto in quattro per lui, aiutandolo in ogni maniera possibile. E che se oggi è sobrio è (quasi) esclusivamente grazie a lui.

Non è la prima volta che Brad Pitt parla di questa sua grave dipendenza dall’alcol. In passato aveva raccontato di essere stato negli Alcolisti Anonimi proprio per sconfiggere una dipendenza che, testualmente, lo “aveva trascinato nell’oblio“.

LEGGI ANCHE:  Gli 11 film che devi vedere se ami Christopher Nolan

La prima volta che ne parlò pubblicamente fu proprio nel 2017, anno in cui si separò in maniera travagliata dalla sua ex moglie Angelina Jolie, durante un’intervista con Anthony Hopkins. E sempre nel 2017, Brad Pitt aveva raccontato i tumultuosi anni dopo il college, in cui passava ogni singolo giorno completamente sballato, marijuana o alcol che fosse.

Aneddoti che, a differenza di quelli raccontati circa Fight Club e le scorribande con Edward Norton, lasciano meno spazio alla risata e più alla riflessione. Intanto però, Brad Pitt dimostra come l’amicizia, quella vera, possa aiutare moltissimo in questi casi.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".