Danny Trejo non sopporta chi compra i cani ai bambini per Natale

Danny Trejo è uno dei caratteristi più famosi al mondo. Il settantacinquenne attore californiano infatti, è divenuto ormai il volto di un tipo ben particolare di personaggio: l’assassino duro e cattivo con la faccia ruvida. In realtà però, il protagonista di Machete, è un uomo dal cuore d’oro, specialmente nei confronti degli animali.

Trejo infatti ha adottato ben 5 cani da un rifugio e ha voluto dire la sua su un argomento molto scottante se si parla di cinofilia. Ossia quanto può essere giusto acquistare cani, anche costosi, quando migliaia di altri animali non di razza crescono e muoiono nei vari rifugi.

Cuccioli di design e cani di razza, ecco cosa ci sta uccidendo, amico. Abbiamo rifugi sovraffollati di splendidi cuccioli. Credo davvero che sia lì che dovremmo prendere i cani – dai rifugi, amico. Hanno tutti bisogno di case – e i cani sono la nostra responsabilità.

L’attore, apparso anche in Breaking Bad, ha voluto poi ribadire come i cani siano stati addomesticati dall’uomo che, di conseguenza, ora non può abbandonarli nei rifugi, ha una responsabilità.

Li abbiamo chiamati a casa nostra. Loro correvano in giro facendo i loro bisogni ovunque e lo adoravano. Noi li abbiamo addomesticati, quindi sono la nostra responsabilità. Quindi ogni volta che passi da un rifugio, ricorda: la tua responsabilità è lì dentro.

Tornando poi sull’annosa discussione che riguarda l’acquisto di cani di razza, Danny Trejo non ci è andato leggero

I genitori che comprano cani da mille 1000 dollari per Natale ai loro figli sono tristi perchè c’è un cagnolino che amerebbe quel bambino a morte e prenderebbe un proiettile per lui  in un rifugio.

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con le parole di Machete?

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com.

Leggi anche: