Leonardo DiCaprio e la Scena Improvvisata in C’era una volta a Hollywood

C'era una volta a Hollywood, Leonardo DiCaprio
Leonardo DiCaprio in C'era una volta a Hollywood.

Ancora Leonardo DiCaprio, ancora un’improvvisazione in un film di Quentin Tarantino. Stavolta però non c’entra Django ma ovviamente C’era Una Volta A… Hollywood. E, fortunatamente, non c’è alcun ferimento fisico. Ad essere ferita stavolta è la fragile psiche di Rick Dalton, attore sulla via del tramonto.

Come dichiarato recentemente da Tarantino stesso, durante un Q&A nel suo cinema, il New Beverly Cinema, l’intera sequenza che culmina con un Leonardo DiCaprio arrabbiato con sé stesso dentro la sua roulotte, dopo essersi dimenticato alcune battute durante le riprese di Lancer, non era presente nella sceneggiatura. Un vero e proprio freakout, per usare un termine americano, completamente improvvisato in tutto e per tutto.

“In realtà non era nella sceneggiatura, quindi non l’abbiamo mai provata o altro. Leonardo DiCaprio ha fatto tutto da solo. Ad un certo punto è stato come ‘Senti, ho bisogno di incasinare durante la sequenza di Lancer, ok? E quando faccio casino durante la sequenza di Lancer, ho bisogno di una vera crisi di coscienza al riguardo e che devo partire da quello’. “

Infatti, Tarantino ha girato ben due versioni di quella scena, scegliendo ovviamente quella completamente improvvisata dal buon Leo. L’alternativa prevedeva uno svolgimento più lineare ma con un Leonardo DiCaprio così ispirato era impossibile lasciar perdere e tagliare tutto. E per girare quella scena, Tarantino ha affermato di aver preso spunto da Taxi Driver.

“Penso di averla descritta esattamente in questo modo, penso che l’abbiamo girata esattamente in questo modo. Doveva essere come Travis Bickle quando è nel suo appartamento da solo ”

Inoltre, Quentin Tarantino ha anche fornito a Leonardo DiCaprio tutta una serie di motivi per cui Rick poteva impazzire, dalla presenza di Jim Stacy fino a quella della giovanissima Julie Butters, la co-star di Lancer con la quale DiCaprio scambia due parole che lo fanno crollare emotivamente. Tutto questo ha minato però l’equilibrio di Leo che, a detta di Tarantino, era parecchio nervoso.

“Non l’ho mai visto così nervoso come in quel giorno, abbiamo fatto la scena in tre ore”

Non da meno, lo stesso Leonardo DiCaprio ha dichiarato di aver attinto dalle sue esperienze personali di attore che ha avuto giornate decisamente no, in cui non ne riesce una giusta.

“Ho avuto anche io bruttissime giornate ma sicuramente non sono mai impazzito in questo modo”, chiude Leonardo DiCaprio

Continua a seguire LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!