Francis Ford Coppola chiarisce la sua posizione sui film Marvel

Francis Ford Coppola
Vittorio Storaro con Francis Ford Coppola sul set di Tucker.

Dopo un mese abbondante, la bolla polemica circa le dichiarazioni di alcuni celebri registi come Martin Scorsese e Francis Ford Coppola sembra essere definitivamente esplosa. In particolare il secondo, attraverso un’intervista rilasciata a Deadline, afferma di essere stato frainteso riguardo l’uso dell’aggettivo “spregevole” in relazione ai film Marvel.

Il problema principale nasce dall’aver decontestualizzato quanto detto. In particolare, afferma Francis Ford Coppola, i suo “spregevole” era semplicemente riferito all’industria hollywoodiana che pensa all’incasso facile e senza rischio. Inoltre dà anche un suo punto di vista rispetto quanto detto da Scorsese stesso.

“Sono sicuro che solamente alcune cose sono state estrapolate dal discorso di Martin. Se gli chiedete se nei film Marvel c’è espressione cinematografica, talento, lui vi dirà di sì. Ciò che sottolinea è il concept dietro ai film Marvel, un concept che ha risucchiato via tutta l’aria. Anche la pubblicità è una forma di cinema. È una bella forma di cinema? No”

Francis Ford Coppola ha rincarato quindi la dose criticando il sistema hollywoodiano e spiegando che oggi non si vogliono più correre rischi.

“Quando Martin Scorsese dice che i film Marvel non sono cinema ha ragione. Noi ci aspettiamo di imparare sempre qualcosa dal cinema, ci aspettiamo di essere illuminati, ispirati. Onestamente non riesco a vedere come possa accadere tutto questo quando si vede sempre lo stesso film ma in salse diverse. Realizzare un film senza voler correre rischi è come fare un figlio senza fare sesso prima. Il rischio è parte del processo di creazione del film, è ciò che lo rende interessante ed è ciò che ci permette di imparare!”

Infine, il regista di capolavori come Il Padrino e Apocalypse Now chiude parlando proprio della nuova Hollywood e del suo essere spregevole.

“Il benessere deriva solo da quello che è giusto. Guadagnare ingiustamente, esaurisce senza contribuire. Il cinema si comporta allo stesso modo. Il vero cinema deve sempre donare qualcosa, non deve incassare e basta. Martin è stato fin troppo gentile a dire solamene che questo non è cinema. Io dico proprio che è spregevole!”, chiude Francis Ford Coppola

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!