Iggy Pop: “Fumavo tele di ragno per sballarmi”

Pensavate di averle sentite tutte in materia di rockstar e droghe?

Iggy Pop
Iggy Pop

Quando un artista, come Iggy Pop, è disposto a tutto pur di essere “ispirato”

Ben nota è la figura di Iggy Pop come quella di uno dei personaggi più trasgressivi e ribelli nella storia della musica rock. Leggendarie sono le cronache delle sue avventure negli anni ’70, ai tempi degli Stooges e dietro le quinte della nascita del punk rock. Iggy Pop è in effetti uno di quei nomi che quasi automaticamente si legano al trinomio sesso, droga e rock and roll.

Ma è ancora poco. Come si sa, diversi artisti rock hanno provato letteralmente di tutto, a livello di droghe e affini, in cerca dell’ultima sensazione estrema. Si racconta per esempio che Ozzy Osburne abbia provato a sniffare una colonna di formiche, mentre Keith Richards avrebbe “assunto” nientemeno che le ceneri del proprio padre.

Iggy Pop non può certo mancare: in una recente intervista il cantante ha raccontato di aver provato qualunque cosa, come infilare la lingua in un trasformatore elettrico; oppure, appunto, fumare tele di ragno (evidentemente dopo averle arrotolate). L’intervistatore ha chiesto a Iggy se non sia sorpreso di essere ancora vivo, al che lui ha risposto: “Corro rischi calcolati. So quando tirarmi indietro”.

Fonte: NME

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteThe Irishman : la Recensione del nuovo film di Martin Scorsese
Prossimo articoloJimmie Nicol, l’uomo che fu un Beatle per dieci giorni
Nato a Palmanova il 26 ottobre 1989, vivo ad Aquileia. Sono autore, scrittore, critico musicale e social media manager. Laureato al DAMS di Gorizia e conseguita laurea magistrale in Discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/Film and audiovisual studies. Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos.