Invisible Monsters di Chuck Palanhiuk diventerà una serie TV

Invisible Monsters

Terzo adattamento filmico per Chuck Palahniuk ma stavolta sotto forma di serie TV. Dopo il cult Fight Club e il poco considerato Soffocare, adesso è il turno di Invisible Monsters, tratto dall’omonimo e contestato libro di uno degli scrittori contemporanei più influenti nella letteratura americana di oggi.

Come dichiarato da Deadline, la Fabrik Enterteinment ha da poco annunciato di star sviluppando questo ambizioso progetto insieme a Jennifer Yale, già sceneggiatrice di Legion ed Outlander.

“Siamo contenti di poter dare vita a un libro che ha commosso i lettori e creato un seguito globale negli ultimi due decenni. Questo romanzo elettrizzante (Invisible Monsters) offre una rara combinazione di personaggi ricchi e rivelazioni scioccanti che solo Palahniuk può offrire, e nelle mani di talento di Jennifer Yale siamo certi che questa sarà un’esperienza cinematografica avvincente che sicuramente attirerà l’attenzione e farà notizia”

La genesi del libro fu abbastanza travagliata per Chuck Palahniuk. Pubblicato nel 1999, il libro fu presentato alla casa editrice americana col titolo di Manifesto ben tre anni prima. Tuttavia venne scartato e rivalutato solo in seguito. Grazie al successo di Fight Club, la casa editrice riprese il tutto e cambiò il titolo in Invisible Monsters.

Leggi anche: 10 curiosità su Fight Club

Il libro racconta la storia di Shannon McFarland, una bellissima modella che dalla vita ha ricevuto tutto quello che si può chiedere. Successo, soldi, amicizia e amore. Fino al giorno in cui un colpo di fucile la sfigura brutalmente facendole saltare via la mandibola. Da quel momento, le cose precipitano fino all’incontro con Brandy, una transgender che sta per diventare completamente donna.

Vicende a dir poco grottesche accompagneranno le due protagoniste in un viaggio spirituale alla scoperta di sé stesse. Come solo Palahniuk sa descrivere. Finalmente, anche la nostra  Shannon troverà il suo adattamento, dopo aver avuto rimandi su rimandi, fino alla cancellazione definitiva, per ciò che riguardava un possibile film per il cinema. Progetto mai sviluppato in toto, fermatosi solo ad un’inquietante (e mai confermata) locandina.

Viene da chiedersi se l’adattamento seguirà la versione originale o quella definita Remix, pubblicata nel 2012 con l’aggiunta di varie parti escluse all’inizio. Non resta che attendere.