Joker sarà vietato ai minori nei cinema USA

joker

Il Joker di Joaquin Phoenix ha perso una buona fetta di pubblico ancor prima di uscire. Questo perché la MPAA, l’organo di censura americano, ha bollato con la R il film di Todd Phillips a causa di “scene dalla violenza brutale“. Per gli under 17 sarà dunque necessaria la presenza di un genitore o di un adulto insieme al minore, durante la proiezione del film. Già dalle immagini e dai trailer si poteva capire che il film sarebbe stato di tutt’altro spirito, rispetto ai cinecomics di oggi targati Marvel. Con questo divieto, ne abbiamo avuto la conferma.

Violenza estrema, cattiva condotta, linguaggio brutale, scene con riferimenti sessuali. Queste le motivazioni che hanno portato gli Stati Uniti a mettere un freno al film. Era facilmente intuibile che questo Joker farà discutere moltissimo. Fortunatamente, aggiungiamo noi. Le indiscrezioni sul film, dalle dichiarazioni del regista alle foto fino al possibile sequel, lasciano ben sperare e soprattutto incuriositi. E questo divieto a stelle e strisce aumenta ancor di più la spasmodica attesa.

Joker
Joaquin Phoenix nel Joker

Difficile pensare che il medesimo divieto arrivi anche in Italia, sicuramente più elastica per questi aspetti. Probabilmente potrebbe arrivare un divieto ai 14 anni nelle peggiori delle ipotesi. Fatto sta che l’attesa per Joker cresce esponenzialmente. Il film, che uscirà in Italia il 3 ottobre, sarà presentato in concorso e in anteprima mondiale a questo festival di Venezia che seguiremo da vicino. Moltissimi i riferimenti, confermati dallo stesso regista, al cinema di Martin Scorsese. Nello specifico, laddove non si siano già notati nel trailer, a Taxi Driver e Re Per Una Notte. E forse non è un caso la presenza di Robert DeNiro tra il supercast che andrà a condire Joker.