Jeremy Renner prende posizione e si schiera contro la Sony

"Restituite Spider-Man a Stan Lee e alla Marvel"

Jeremy Renner

Attraverso un post su Instagram, Occhio Di Falco, Jeremy Renner all’anagrafe, prende posizione sulla controversa querelle tra Sony e Marvel per i diritti di Spider-Man. Una presa di posizione che per ovvi motivi va contro gli interessi della Sony che ha detto no alla rinegoziazione dei compensi sui film dell’Uomo Ragno. Per farlo, l’attore ha sottolineato come Spider-Man appartenga alla Marvel di Stan Lee e che spetta alla Casa Delle Idee avere tra le sue fila anche Peter Parker ed il suo alter ego. Letteralmente, Renner ha scritto che:

“Ehi Sony Pictures, vogliamo Spider-Man di nuovo con Stan Lee e la Marvel, per favore e grazie”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Hey @sonypictures we want Spider-Man back to @therealstanlee and @marvel please, thank you #congrats #spidermanrocks #🏹 #please

Un post condiviso da Jeremy Renner (@renner4real) in data:

Il caso Marvel/Sony si sta scaldando sempre di più. Tutto è iniziato con l’interruzione degli accordi circa i diritti riguardanti Spider-Man. Diritti legati principalmente agli incassi, messi in discussione dopo l’ampio successo di Spider-Man: Far From Home, il film Sony con il maggior incasso di sempre. Attualmente il contratto prevede la cessione del 5% lordo dell’incasso del primo giorno d’uscita di ogni film con personaggi Marvel a seguito. La richiesta da parte della Marvel di un equo 50% non ha soddisfatto la Sony che con un comunicato ha ringraziato Kevin Feige, presidente Marvel, sperando che le cose possano cambiare per il futuro.

Il futuro della Fase 4 sembrerebbe essere parzialmente a rischio, dunque, visto che Spider-Man era plausibilmente colui che doveva prendere il posto di Iron-Man negli Avengers. Cosa accadrà ora? Questo non è ancora dato saperlo. Ma Jeremy Renner ha gettato benzina sul fuoco e i fan Marvel sembrano essere chiaramente dalla sua parte. Attendiamo ulteriori sviluppi di questa vicenda a dir poco spinosa.