C’era Una Volta A… Hollywood, Margaret Qualley e il timore dei piedi

C'era una volta a... Hollywood
C'era una volta a... Hollywood, la recensione

Che Quentin Tarantino sia un feticista è ormai cosa nota. Sin dai tempi di Pulp Fiction, troviamo sempre un primissimo piano che inquadra dei piedi femminili. Scene che alla fine sono diventate anche iconiche per ogni film in questione. Dal “muovi l’alluce” di Kill Bill alla sequenza dall’alto tasso di tensione presente in Bastardi Senza Gloria, dove il temibile Hans Landa trova l’incastro perfetto tra una scarpa e il piede della Kruger. O ancora, gli open title di Grindhouse – A Prova di Morte. Non da meno sarà il suo C’era Una Volta A… Hollywood ovviamente. Sebbene ancora debba uscire nei cinema, Margaret Qualley ha parlato di una scena che vede coinvolta lei e ovviamente i suoi piedi. Scena che l’ha intimorita non poco, come si evince dalle sue dichiarazioni.

L’attrice interpreterà Pussycat, una delle membri della Famiglia di Charles Manson. Nella scena in questione, la vediamo entrare nella macchina di Brad Pitt, lo stunt-man Cliff Booth, e poggiare i piedi sporchi di terra sul suo cruscotto. E l’immancabile telecamera Panavision pronta ad indugiare sul particolare, centrato nell’inquadratura. Nulla di nuovo sotto al sole ma questa scena è costata tantissimo per Margaret Qualley.

“Sapevo del feticismo di Tarantino ed ero intimorita da questa cosa. Ho provato a farlo desistere ma sia lui che Brad Pitt mi hanno convinta alla fine. Tendo a sottovalutarmi e non riesco a farmi piacere i miei piedi” spiega l’attrice di C’era Una Volta A… Hollywood.

 

C'era Una Volta A... Hollywood
C’era Una Volta A… Hollywood, Margaret Qualley e la scena “incriminata”

Tutto è bene quel che finisce bene, in fondo. Una sana dose di autostima e alla fine la scena è andata liscia come l’olio. Anzi, sembrerebbe quasi che l’operazione di convincimento sia stata pari e uguale ad una seduta psicologica. Dopo aver chiacchierato a lungo con Quentin Tarantino e Brad Pitt, Margaret Qualley ha preso in mano la situazione e ha dichiarato di voler superare il fatto di svalutarsi sempre e pensare di non essere mai abbastanza. Non resta che attendere il 19 settembre per entrare nel mondo di C’era Una Volta A… Hollywood.