Brad Pitt:”Il caso Weinstein è stato come gli omicidi della Famiglia di Manson”

"Ambedue sono la fine di un'era"

Brad Pitt

Una dichiarazione che farà sicuramente discutere, quella di Brad Pitt. Intervistato dal The Sunday Times insieme a Leonardo DiCaprio, l’attore co-protagonista dell’ultimo film di Quentin Tarantino, ha parlato a ruota libera sul recente caso Weinstein e sull’importanza che ha avuto nel mondo del cinema. Paragonandolo agli omicidi della Famiglia di Charles Manson, presente anche lui in C’era Una Volta… Hollywood. Un tuffo nel passato per spiegare il presente e quello che Harvey Weinstein è riuscito a scoperchiare, un vaso ben più grande di quello di Pandora. Al punto da mettere “la parola fine ad un’era. Come accadde con Manson“. Prosegue DiCaprio:

“Quando i miei genitori l’hanno descritto”, ha detto DiCaprio nell’intervista, “è stata la fine di questa rivoluzione idealizzata. I miei genitori sono ancora hippy, ma è stata la perdita di questo sogno. Come afferma Quentin, tu disegni in qualche modo questa utopia, ma c’è una muffa intorno alla tela. Muffa che ha ridiscusso l’oscurità dell’umanità e ha posto fine a molte speranze dei miei genitori su come poter infondere quell’ideologia dell’amore e della pace nella resto del mondo. Tutto è precipitato e si è concluso così tanto che alcuni ne parlano come una cospirazione”

Parole che lasciano trasparire una certa delusione rispetto al famigerato “amore libero“, slogan hippie per eccellenza. E che in qualche modo ha fatto risalire un passato traumatico a Brad Pitt. Quando gli viene chiesto se c’è qualcosa che ha scosso Hollywood tanto quanto il caso Manson, l’attore del prossimo Ad Astra non ha esitato a rispondere facendo un nome preciso e senza remore: Harvey Weinstein.

“È di cattivo gusto?” si chiede Brad Pitt. Poi prosegue:”Beh, è quello che penso. Ci stiamo sicuramente ricalibrando ma stavolta nel verso giusto”

Insomma, non scorre buon sangue tra Brad Pitt e l’orco di Hollywood. Anche comprensibilmente giacché sia Angelina Jolie che Gwyneth Paltrow furono molestate da Weinstein. Al punto che Brad Pitt minacciò di uccidere Weinstein se si fosse azzardato a mettere a disagio ancora una volta la Paltrow. A ruota libera e senza problemi di sorta, Brad Pitt si è tolto qualche sassolino dalla scarpa e non possiamo far altro che ascoltare quanto ha da dire. E seppur ciò che ha detto potrebbe rivelarsi troppo “pesante“, allo stesso tempo risulta difficile dargli torto. Con buona pace dei misogini difensori di Weinstein.