Stranger Things, Dacre Montgomery si sfoga: “Quando ero piccolo mi sentivo perso”

Dacre Montgomery Stranger Things
Dacre Montgomery, il Billy di Stranger Things, racconta il suo passato.

Uno dei personaggi più amati di questa ultima stagione di Stranger Things ha raccontato sui social la sua infanzia difficile, tra ansie e frustazioni.

Dacre Montgomery interpreta il bello e dannato Billy Hangrover, fratello maggiore della piccola Max. Personaggio secondario della serie, ma che con questa terza stagione di Stranger Things è salito di grado fino a diventare uno dei protagonisti. Nonché uno dei personaggi più amati dai fan. Ma sembra proprio che la sua vita non sia sempre stata rosa e fiori.

L’attore si è recentemente lasciato andare sui social, su Instagram nello specifico, con un post commovente dove racconta i problemi che ha dovuto affrontare nell’infanzia. Spiegando tutte le difficoltà che si è trovato davanti, le delusioni ricevute e tutte quelle situazioni che gli hanno reso difficile la vita durante gli anni della sua giovinezza.

Leggi anche: Asscolta qui il singolo di Joe Keery, alias Steve Harington

A seguire le sue parole:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

When I was a kid, I was lost. I had a really tough time in school. I was a big kid who loved drama. I never got passing grades, I wasn’t popular or a gifted sports player. Girls were never interested in me. I suffered from anxiety from a young age. I was distracted and I wasn’t focused. But I had a dream, I was lucky – I knew what I wanted to do. And every night I went home and I focused on THAT. I visualised a future where my dreams became a reality. When I was 15 I failed my high school drama exams. When I was 16 I was told I needed to loose weight. When I was 17 I was told I should go to drama school and train. When I was 18 I was fired from my job. When I was in drama school I was told to leave. When I had a DREAM – I was told it wasn’t achievable. Well, you know what…. I lost weight, I went to drama school and I never stopped wanting it, I never stopped being curious. I never let the failures get me down. Because I believed in myself and I never let anyone tell me otherwise. You can do anything you set your mind to. So, go out there and get it!

Un post condiviso da Dacre Montgomery (@dacremontgomery) in data:

“Quando ero piccolo mi sentivo perso. Ho passato un brutto periodo durante la scuola. Ero un bambino cicciottello che amava la recitazione. Non avevo sufficienze, non ero popolare ne bravo in qualche sport. Le ragazze non erano mai interessate a me.

Ero distratto, non riuscivo a concentrarmi, soffrivo di ansia già da piccolo. Ma avevo un sogno, sapevo cosa volevo fare, e ogni sera quando tornavo a casa mi focalizzavo unicamente su quello.

Visualizzavo quel futuro dove i miei sogni diventavano realtà. Quando avevo 15 anni non passai l’esame di recitazione alle scuole superiori. Quando ne avevo 16 mi dissero che sarei dovuto dimagrire. Quando ne avevo 17 mi dissero di iscrivermi a scuola di recitazione e di allearmi. Quando avevo 18 anni venni licenziato dal lavoro. Quando frequentavo la scuola di recitazione mi dissero di mollare. 

Quando avevo un sogno mi dissero che non avrei potuto raggiungerlo. Beh sapete cosa? Ho perso perso, sono andato a scuola di recitazione e non ho mai smesso di volere quello, non ho mai smesso di essere curioso e non ho mai permesso al fallimento di tirarmi giù.

Perché ho creduto in me stesso e non ho mai permesso agli altri di dirmi il contrario. Potete fare tutto quello che decidete di fare. Quindi andate la fuori e prendetevi il vostro sogno.”

Leggi anche: I Simpson, ecco lo speciale su Stranger Things

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per altre news ed approfondimenti!