Il futuro di David Harbour in Stranger Things [SPOILER]

David Harbour
Jim Hopper (David Harbour) e Joyce Byers (Winona Ryder)

Tra easter egg, fan theory che collegano la quarta stagione di Stranger Things a Chernobyl e dichiarazioni varie, tra cui quella di David Harbour, ecco un piccolo chiarimento circa l’effettiva situazione contrattuale dello sceriffo baffuto Hopper.

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU STRANGER THINGS 3

David Harbour

Avevamo lasciato la terza stagione di Stranger Things nel modo più commovente possibile. Il sacrificio di uno dei personaggi più amati per salvare Hawkins dalla distruzione. Inevitabili le interviste a David Harbour sul suo futuro nella serie cult di Netflix ma pochissime risposte. L’attore ha affermato più e più volte di non avere notizie né circa un’eventuale quarta stagione, confermata poi dai registi, né tantomeno nsul suo futuro nella serie. Dopo un “I have no idea!“, il founder di TvLine, Michael Ausiello ha riportato che il contratto stipulato tra Netflix ed Harbour prevede l’estensione anche per una quarta stagione.

Leggi anche la nostra recensione di Stranger Things 3

C’è da fare tuttavia una specifica, per evitare una delusione ai fan. Il fatto che sia presente la possibilità di vedere l’attore protagonista di Hellboy in Stranger Things 4, non significa che possa essere ancora vivo. Sebbene non si sappia ancora l’identità dell’americano imprigionato in Siberia, esiste anche l’ipotesi che David Harbour possa apparire solo come un flashback. E che l’americano in questione potrebbe effettivamente essere il complottista Murray. O ancora, presentarsi come “fantasma” nel mondo in nero che vede solo Undici. Insomma, di elucubrazioni ce ne sono a iosa e prevedono tutto il contrario di tutto. Rimane comunque una notizia interessante il fatto che l’ipotesi di vedere Hopper anche nella quarta stagione sia sufficientemente concreta.

Dopo aver battuto ogni record, manca solo l’ufficialità per la quarta stagione di Stranger Things. Ci sarà da attendere, speriamo meno dei due anni passati tra la seconda e la terza. Parallelamente, abbiamo tutto il tempo per fantasticare sul futuro di Hawkins e dei suoi protagonisti.