Liam Cunningham e il tweet sui disagi passati all’aeroporto di Napoli

Poche parole ma sicuramente di impatto: l'aeroporto come la caduta dell'ambasciata USA in Vietnam!

liam cunnigham
Liam Cunningham

In occasione del BCT – Festival Internazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, Liam Cunningham ha soggiornato in Italia, anche con un discreto entusiasmo. Almeno fino alla sua partenza, piena di disagi da quanto si legge sul suo tweet. Il buon Ser Davos, paragona l’aeroporto di Napoli niente di meno che alla caduta dell’ambasciata americana di Saigon, in Vietnam. Un paragone quantomeno azzardato ma di sicuro impatto per far capire ai suoi followers il vero disagio che stava passando lì dentro. Non sappiamo cosa gli sia successo, forse il suo aereo era in ritardo, forse l’aria condizionata era guasta. Intanto, Liam Cunningham non l’ha presa affatto bene. E per rincarare la dose, ha risposto ad un commento, definendo l’aeroporto come un’opportunità per scrivere le tue ultime memorie. Decisamente al vetriolo. Chissà come e se replicherà il sindaco De Magistris, che non si tira mai indietro ed è pronto alla difesa.

 

Leggi anche Liam Cunningham si scaglia contro i 5 Stelle!

C’è tuttavia da sottolineare come abbia speso solo parole di elogio verso l’Italia, al punto da definirsi italiano. Durante la conferenza del BCT – Festival Internazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, Liam Cunningham ha affermato che:

“Ho mangiato e bevuto molto bene. Amo la cucina italiana, penso di essere italiano e non irlandese!”

Insomma, di certo non si è trovato male. Così come accade a tutti quanti o quasi. Probabilmente l’attore irlandese non sarà stato abituato al caos caratteristico della città oppure, plausibilmente, all’estremo caldo. Liam Cunningham ha presentato The Hot Zone, nuova serie targata Fox che andrà in onda da settembre e parlerà del virus dell’ebola e sarà composta da sei puntate. Dopo Il Trono Di Spade, tornerà dunque a breve sugli schermi delle nostre tv.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com