Olivia Munn: duro attacco contro Tarantino e i fratelli Affleck

Olivia Munn, di recente, durante un'intervista, ha rilasciato qualche parola sul movimento #MeToo, chiamando in causa i fratelli Affleck e Quentin Tarantino.

Olivia Munn: polemiche e accuse contro Tarantino e i fratelli Affleck

Olivia Munn, nota attrice statunitense, di recente ha partecipato al famoso show mattutino BuzzFeed News per promuovere la sua nuova serie Starz, The Rook e ha approfittato del momento per rilasciare qualche parola sul movimento #MeToo, chiamando in causa i fratelli Affleck e uno dei registi più blasonati del ventunesimo secolo, Quentin Tarantino.

L’attrice si è scagliata contro i due cineasti, accusandoli di non aver fatto mai nulla per rimediare ai loro scortesi e inappropriati comportamenti.

Ecco le parole rilasciate da Olivia Munn:

Potrebbe interessarti: Asia Argento, da #MeToo alle accuse di molestie sessuali su minore

”Quando qualcuno fa una cosa sbagliata, deve tornare al punto di partenza e guadagnarsi il ritorno. Ma poi, ci sono certi uomini che quando commettono errori, dicono “Oops, scusate, colpa mia”, e poi riprendono il posto in fila. Ci sono persone che sperano di poter semplicemente passare oltre e che la gente dimentichi. Tipo gli Affleck, entrambi. Loro vanno avanti e sperano che nessuno se ne accorga mai. Abbiamo Tarantino che ha ammesso di aver avuto degli atteggiamenti di abuso sul set e di aver sempre saputo cosa stava facendo Harvey Weinstein.”

Ricordiamo che Quentin Tarantino era finito al centro di diverse polemiche quando Uma Thurman aveva rivelato pubblicamente di aver avuto un grave incidente sul set di Kill Bill poi insabbiato dalla produzione. Ben Affleck aveva sollevato verso di se un grosso polverone dopo aver rilasciato alcuni commenti inappropriati a sfondo sessuale, nei confronti di una presentatrice, mentre, per quanto riguarda Casey Affleck, l’attore statunitense era stato accusato di molestie sessuali da 2 membri della crew con cui ha lavorato nel 2010.

Leggi anche: Roman Polanski contro #MeToo: “Isteria collettiva!”

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com