GoT 8, Jacob Andersen svela il destino degli Immacolati

verme grigio

Tra le tante domande lasciate in sospeso da finale di Game of Thrones, quella sul destino a cui gli Immacolati sarebbero andati incontro, salpando per Naath, ha suscitato un nutrito interesse tra gli spettatori e appassionati della saga.
Al quesito, ha recentemente risposto niente poco meno che Jacob Anderson, l’attore che nella serie-tv HBO interpretava Verme Grigio: “muoiono tutti a causa delle farfalle”.

Leggi anche: Game of Thrones: tutti i riferimenti che potresti aver perso nell’episodio finale

Così, l’interprete risponde ai microfoni di RTE (sito di un emittente televisiva irlandese), il quale ha poi specificato: “gli Immacolati periscono non appena mettono piede sull’isola”.

Il riferimento proviene dalla narrativa letteraria dove Martin, descrive Naath – luogo natale di Missandei – un paradiso tropicale auto-sufficiente che si protegge dagli stranieri grazie alle proprie farfalle. Si, avete capito bene: questi animali, infatti, sembrano essere la causa di malattie virali per chiunque non sia abituato all’ecosistema dell’isola.

Ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, i coloratissimi insetti di Naath sono venerati come divinità e in effetti, rappresentano l’incarnazione e la manifestazione del dio locale, il Signore dell’Armonia, il quale ha la funzione di difendere gli abitanti che per farlo, utilizza le spore delle farfalle – causa di febbre mortale e spasmi strazianti.

“Si ma questo è un dettaglio riportato sul libro”, sdrammatizza Anderson, “non è nello show. E sai cosa? Voglio spargere la voce che David e Dan (gli sceneggiatori) mi abbiano riferito che è davvero questo il destino che attende gli Immacolati a Naath”.

Leggi anche: Got 8, ecco cosa Emilia Clarke avrebbe cambiato nel finale

Anche se i riferimenti letterari sono reali, ovviamente si tratta di un ipotesi divertente lanciata dall’attore. Successivamente, non ha potuto evitare di commentare lo sviluppo dell’ultima stagione: “Non c’è modo di fare contenti tutti. Se una cosa è bella o brutta, è completamente soggettivo. La narrativa è soggettiva. E’ giusto che le persone non abbiano gradito il finale, così come è giusto che a qualcun altro sia piaciuto… Penso che gli showrunner abbiano chiuso il cerchio esattamente come avrebbero voluto”.

“Verme Grigio è praticamente diventato un villain all’ultimo minuto, si è trasformato in un cattivo” ha poi aggiunto, “sono felice che sia tutto finito e che le persone abbiano completato la visione dello show. Eravamo tutti tesi e ansiosi a proposito di quello che la gente avrebbe pensato. Anche se eravamo consci che il finale avrebbe spaccato a metà le opinioni del pubblico. Una storia così amata non ha un modo giusto o sbagliato di essere conclusa”.