Rocketman esce super censurato in Russia, Elton John risponde

Taron Egerton in Rocketman
Condividi l'articolo

Rocketman: in Russia non c’è spazio per scene di sesso gay e droga

Il distributore russo ha eliminato scene con sesso gay e uso di droghe dalla versione russa di Rocketman. Il biopic di Elton John con Taron Egerton e Richard Madden.

La versione in lingua russa del film uscirà in Russia il 6 giugno. Ma gli spettatori di Mosca hanno visto una proiezione preliminare il 30 maggio in cui erano state tagliate scene che mostravano l’omosessualità di Elton John.

Natalia Zviagina, direttrice dell’ufficio Russia di Amnesty International, ha dichiarato:

“Censurando ogni espressione d’affetto tra due esseri umani dello stesso sesso, questa versione mutilata del film insulta e disumanizza le relazioni omosessuali. Questa censura omofobica di un film su Elton John è tanto ridicola quanto insultante per le persone LGBTI e per chiunque nel paese che difende la dignità e la non discriminazione. I distributori dovrebbero prendere misure immediate per ripristinare tutte le scene cancellate del film”.

Amnesty International ha detto che la censura di Rocketman è un altro esempio della “legge russa sulla propaganda gay”. Questa mina la libertà di espressione e incoraggia l’omofobia in Russia. L’agenzia di distribuzione cinematografica locale ha detto al servizio di informazione statale russo Tass che ha tagliato le scene di sesso gay del film per conformarsi alla legge russa.

LEGGI ANCHE:  Chris Martin: "pensavo di essere gay e omofobo a causa della religione"

Sir Elton John e i creatori del biopic hanno rilasciato una dichiarazione di condanna della censura “nei termini più forti possibili”.

“Negare al pubblico l’opportunità di vedere il film così com’era stato concepito è un triste riflesso del mondo diviso in cui viviamo ancora e di come possa essere ancora così crudelmente inaccettabile l’amore tra due persone”, ha detto la dichiarazione.

Leggi anche: Harrison Ford, Indy meglio morto che interpretato da Chris Pratt

Scriveteci e seguiteci sulla nostra pagina Facebook Lasciammiapensa.com.