Ariana Grande posta scansione del suo cervello con effetti disturbo da stress post-traumatico

Ariana Grande condivide il suo stato di salute cerebrale su Internet.

Ariana Grande ha postato su Instagram, visibile a tutti, una scansione del suo cervello, nella quale (così secondo la fonte) risulterebbero evidenti le tracce del disturbo da stress post-traumatico. Questo disturbo è un disordine d’ansia che può svilupparsi in persone che sono state testimoni di eventi traumatici. Per esempio, è noto che molti soldati reduci dalla guerra del Vietnam ne soffrivano e ne soffrono. Nel caso di Ariana Grande, naturalmente, l’evento traumatico in questione è l’attentato alla Manchester Arena. La strage si verificò il 22 maggio 2017, in seguito ad un concerto della cantante. Persero la vita 23 persone, tra le quali diverse adolescenti.

Ariana Grande Just Shared a Photo of Her Terrifying Brain Scan
Credits to:
https://www.glamour.com/story/ariana-grande-just-shared-a-photo-of-her-terrifying-brain-scan / Instagram/@arianagrande

Ariana Grande è rimasta profondamente scossa negli anni successivi il tragico evento, e per quanto la sua musica non sembri comunicare molto al riguardo (tolta forse la canzone No Tears Left to Cry, 2018), questo post su Instagram dice invece tanto. Nella foto la Grande ha scritto “divertente e terrificante”, aggiungendo “non è uno scherzo”. In seguito, rispondendo alle preoccupazioni dei fan, la cantante ha chiarito che la sua scelta di condividere queste immagini deriva dalla volontà di spingere ciascuno a preoccuparsi di più della propria salute, specie quella mentale.

Leggi anche:
Ariana Grande e i guilty pleasures del pop – La recensione di Thank U, Next

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

Fonte: “www.cnn.com”

CONDIVIDI
Articolo precedente10 capolavori della musica trash contemporanea
Prossimo articoloGame of Thrones, cinque scioccanti teorie sull’ultima stagione
Nato a Palmanova il 26 ottobre 1989, vivo ad Aquileia. Sono autore, scrittore, critico musicale e social media manager. Laureato al DAMS di Gorizia e conseguita laurea magistrale in Discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/Film and audiovisual studies. Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos.