J.K Rowling blasta la gente: ecco tutti i suoi tweet

La scrittice J.K Rowling non le manda a dire su Twitter quando decide di blastare politici e personaggi pubblici. Il suo bersaglio preferito è Trump.

jk rowling blast twitter

Da quando il mondo della politica e della cultura si è spostato sui Social Network non sono infrequenti i cosiddetti “blast”. Il verbo “to blast” che in origine significa esplosione o scoppio ha assunto il significato di “aspra critica”, “colpire”, “stroncare”. Adattato ai social network il termine ha preso i connotati di una critica ironica di un personaggio pubblico verso un altro o verso il suo pubblico.

A blastare spesso e volentieri è J.K. Rowling, scrittrice britannica nota per aver scritto una delle saghe più cult del secolo: Harry Potter. La Rowling oltre ad essere scrittice e sceneggiatrice (anche di Animali Fantastici) si diverte a rispondere a tono a politici e personaggi pubblici su Twitter; ecco quindi alcuni dei suoi blast più celebri.

J.K. Rowling contro Trump

La scrittrice ha risposto spesso e volentieri al profilo di Donald Trump, turbolento presidente statunitense. Il 19 Maggio 2018 ironizza sulla cerimonia d’insediamento di Donald Trump, passata alla storia come la meno partecipata. Rowling la paragona al Royal Wedding scrivendo Love>Hate. Il post raggiunge 195.000 likes e oltre 35.000 commenti.

rowling blast twitter

La Rowling ha criticato Donald Trump anche l’8 Dicembre 2018 quando il presidente ha scritto un tweet in Caps Lock per la conclusione delle indagini sul cosiddetto “Russiagate”, il commento è stato “Qualcuno sta avendo un esaurimento nervoso”

rowling blast twitter

J.K Rowling sembra anche non tollerare il linguaggio aggressivo di Trump sui social e gli promette ironicamente di farlo diventare personaggio di un suo prossimo lavoro. “Questi screen saranno utili se dovrò creare un personaggio calmo”.

rowling blast twitter

Il rapporto di J.K Rowling con la politica britannica

J.K Rowling si è dimostrata insofferente anche a temi di stretta attualità politica come la Brexit e il mondo finanziario. Uno dei blast più memorabili è sicuramente quello del 30 Novembre 2018 quando risponde all’uomo d’affari Aaron Banks (che la criticava) in russo, facendo ironia sulle sue frequentazioni con i magnati russi.

Blast molto particolare anche al pastore Emily C.Heath che racconta di un fedele che gli chiedeva se la Rowling avesse studiato alla “London School of Satanism”, la scrittrice non ha fatto mancare il suo sarcasmo neanche in questa occasione.