Sequestrato un Oscar a Leo DiCaprio, ecco perchè

L' attore dovrà restituire una statuetta, in quanto si è ritrovato invischiato in un caso giudizirio

Condividi l'articolo

Leo DiCaprio dovrà restituire uno degli Oscar in suo possesso.

Il tanto agognato Oscar come miglior attore protagonista Leo DiCaprio l’ha vinto nel 2016 per la sua performance in Revenant. Quella statuetta, però, non era l’unica presente nella sua abitazione. DiCaprio infatti è un collezionista d’arte, ma anche di ogni genere di rarità artistica e storica.

Tra fumetti rari e fossili di dinosauri, nella sua collezione era presente anche l’Oscar che Marlon Brando aveva ricevuto per la sua interpretazione in Fronte del Porto. Purtroppo dovrà separarsene, in quanto la statuetta si è rivelata il frutto di un illecito dovuto al riciclaggio di denaro.

Leo DiCaprio

Il finanziere malesiano Jho Low aveva acquistato la statuetta per 600 mila dollari. In seguito l’aveva regalato a DiCaprio insieme ad altri oggetti, tra cui un quadro di Picasso.

Low è sotto indagine con l’accusa di frode, per aver utilizzato un fondo di investimento del governo della Malesia, il 1Malaysia Development Berhad, destinato alla costruzione di centrali elettriche nel territorio nazionale. Il finanziere, che era tra i produttori di Wolf of Wall Street insieme a DiCaprio e Scorsese, ha invece utilizzato l’ingente somma di denaro per i propri scopi. Ecco quanto riportato dalla magistratura:

LEGGI ANCHE:  Ecco come Leonardo DiCaprio mise a rischio il sequel di Trainspotting

“…si tratta di un massiccio, spudorato e sfacciato piano di riciclaggio di denaro, in cui miliardi sono stati deviati nei conti bancari di alti funzionari, tra cui l’ex primo ministro Najib Razak, la sua famiglia, i suoi soci e il signor Low stesso.”

Jho Low al momento è fuggitivo e secondo alcune fonti dovrebbe trovarsi in Cina.

Continua a seguirci su Lascimmiapensa.com per altre news ed approfondimenti!