Roma: dopo le tante polemiche sarà anche nelle sale cinematografiche

roma di cuaron

Divampano le polemiche tra il colosso dello streaming Netflix ed alcune associazioni di esercenti cinematografici. A rendere l’ambiente ancor più incandescente ci ha pensato Guillermo del Toro che, a sostegno della pellicola di Alfonso Cuaròn, infiamma la polemica dichiarando:

Secondo me Roma è, fin qua, il vero e proprio culmine della carriera di Alfonso. Quando l’ho visto per la prima volta gli ho detto. Questo non è solo il tuo miglior film, è proprio uno dei miei cinque film preferiti di sempre. Ma non montarti la testa perché è comunque al numero cinque.

Difficile contraddire l’ultimo premio Oscar; ed infatti Guillermo del Toro non sbaglia quando elogia la pellicola di Alfonso Cuaròn. Già in vista di Cannes, quando si paventava la possibilità di far partecipare il film alla kermesse francese, Cuaròn era entrato nel merito della polemica tra Netflix ed il Festival. La storia la conosciamo ormai bene. Di recente eravamo ritornati sulla notizia, ma l’ultimo aggiornamento vuole che Roma di Cuaron sarà anche al cinemaLa pellicola dopo le tante polemiche uscirà nelle sale cinematografiche per tre giorni di proiezioni grazie alla Cineteca di Bologna, dal 3 al 5 Dicembre, mentre sarà disponibile per gli abbonati della piattaforma digitale Netflix dal 14 Dicembre.
Messico, 1970. Questa l’ambientazione della pellicola vincitrice del Leone d’oro per il miglior film alla settantacinquesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Roma è un quartiere medioborghese di Città del Messico dove, in quegli anni, coesistono la nuova ricchezza e la povertà assoluta. Il benessere ostentato dai nuovi ricchi si contrappone e cozza in modo drastico con la schiavitù dei nativi nullatenenti. Tutto convive in un sistema incoerente e contraddittorio ma coeso e simbiotico dove non tardano ad arrivare le tensioni sociali.

Cuaròn con Roma racconta un anno turbolento della vita di una famiglia borghese attraverso le vicende della domestica Cleo. Il bianco e nero sfumato di Roma riporta alla luce l’infanzia del regista mescolando ricordi nostalgici e denuncia sociale. E’ un ritratto di vita vera, intimo e toccante, raccontato attraverso le vicende di una famiglia che cerca di far fronte comune e non perdere il proprio equilibrio in un momento di lotta sociale e politica. Roma è anche il debito di riconoscenza che tutti i bambini della borghesia messicana di quegli anni devono alla servitù che li hanno cresciuti con affetto ed attaccamento come se fossero figli loro. Roma è soprattutto, però, un film provocatoriamente politico. Raccontando della situazione di un intero Paese attraverso l’inedito sguardo del singolo nucleo familiare, Cuaròn torna alle proprie radici ed applica la sua maestria tecnica e compositiva per girare una storia interpretata da persone autentiche.

Seguiteci e scriveteci su Lasciammiapensa.com e per restare sempre aggiornati sul mondo Netflix, parlare e discutere di tutte le novità andate su Punto Netflix Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here