Quella volta che i Coldplay “plagiarono” i Kraftwerk

Cosa c’entra Talk dei Coldplay con Computer Love dei Kraftwerk? Tutto.

Si avvicina la data di pubblicazione del loro nuovo disco, e risulta doveroso ricordare un avvenimento tanto caro agli haters dei Coldplay quanto spinoso per i loro fan. È infatti noto (purtroppo a pochi) che nel disco X&Y la band di Chris Martin si sia appropriata della melodia per tastiera del brano-icona del synthpop.

Computerliebe, contenuto nel disco Computerwelt pubblicato in Germania da dei pionieri della musica elettronica nel 1981. Questi pionieri sono niente meno che i Kraftwerk, storica band di Düsseldorf che con quell’ottavo disco sancì definitivamente l’opinione positiva della critica. Critica che considerò questo lavoro la vetta più alta della loro carriera.

Risultati immagini per kraftwerk Il brano è assai più noto nella sua versione inglese. Computer Love è infatti la b-side del singolo The Model, altro grande successo della band tedesca. A questo punto vediamo cos’è successo 24 anni tardi, quando i Coldplay si apprestavano a far uscire il loro terzo disco.

Ascoltando l’intervista del 2005 (anno di pubblicazione di X&Y) rilasciata da Chris Martin per Rolling Stone, nella quale il cantante asseriva che la sua band fosse “incredibilmente brava nei plagi“, appare assai profetica la pubblicazione nel dicembre di quello stesso anno del singolo Talk, terzo estratto del disco, di cui rappresenta la perfetta sintesi stilistica. Potete ascoltare entrambi i brani qui sotto.

Un plagio vero e proprio?

Risulta curioso pensare che questa canzone cui Jonny Buckland (chitarrista dei Coldplay) deve il suo famoso riff di chitarra fosse a sua volta la perfetta sintesi del messaggio sociale che i Kraftwerk volevano far passare nel disco. Messaggio ideato in particolare da Karl Bartos, autore ufficiale del brano. Computerliebe parla infatti della solitudine di una persona che finalmente trova la sua anima gemella attraverso un computer. Tema avanti di almeno trent’anni filtrato magistralmente da una melodia ”unica” nel suo genere.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here