Young Signorino – Come, chi e soprattutto perché

0
83929
Young Signorino

Vogliamo scrivere due righe riguardo a uno dei fenomeni più discussi del momento.

Ormai è quasi impossibile sfuggirne: Young Signorino è ovunque e fa parlare di sé più di chiunque altro. Di fronte a noi troviamo un personaggio che nel giro di poco tempo è riuscito a emergere in un panorama ormai quasi saturo di Trap e Indie-Pop. Ma perché ha avuto così tanto successo? La critica e gli ascoltatori sono divisi a metà: tra chi lo osanna a novità assoluta e chi lo demolisce.

Figlio di Satana, padre di un figlio e psicopatico. Questo breve quadro riassume Young Signorino. Il fatto che abbia un figlio, non voluto a detta sua, lo rende umano e vicino alla gente. La psicopatia e gli psicofarmaci assunti per provare nuove sensazioni sono invece lo specchio di una generazione che si immedesima in personaggi che arrivano agli eccessi. L’accostamento a Marilyn Manson e il professare di essere figlio di Satana sono parte della provocazione imposta e diretta da chi lo produce.

Come si crea un’icona?

Young Signorino

In realtà la strada non è neanche troppo difficile se hai le basi per farlo. Considerando il fatto che un grosso produttore ha la possibilità di investire molto in marketing, esso ha la possibilità di creare mode a suo piacimento sfruttando le derive del momento. Con un’analisi macroscopica della società odierna possiamo constatare che la celebrità è spesso in mano a soggetti che non la ottengono per grossi meriti ma per idiozia. Se guardiamo i video più popolari su Youtube possiamo constatare che molte delle prime posizioni sono capitanate da provocatori o “epic fail“.

Partendo da questo presupposto è abbastanza semplice, per chi ha ottime frecce al proprio arco, pescare uno dei tanti personaggi insulsi che si affannano per ottenere un facile successo. Se uniamo quindi le due cose arriviamo a ottenere un’icona perfettamente costruita per cavalcare l’onda del momento, per ottenere successo. L’arte della musica qui ha ben poco spazio visto che la parola d’ordine è: denaro. Tutto questo crea un business che fagocita marionette vuote farcite di tormentoni.

Il punto più alto del vuoto.

Big Fish
Big Fish

Dopo questa breve prefazione torniamo a lui. Su Young Signorino sentiamo di tutto. C’è chi gli attribuisce valori filosofici che quasi sicuramente vanno al di là dell’intento del su citato personaggio e di chi lo produce. Le sue canzoni e la sua figura sono state accostate al futurismo o al dadaismo. Viene considerato il punto più alto della trap italiana, colui che ha portato alla totale decostruzione dei versi e delle metriche musicali. Niente messaggi, niente rime, niente melodie: niente.

Infatti la sua musica è niente nel modo più assoluto perché è solo un’involuzione di stile, una mera provocazione.

Big Fish ha dichiarato che Young Signorino fa sul serio e vuole arrivare lontano. Probabilmente è già arrivato fin troppo lontano. Per mantenere un certo livello di attenzione su se stessi si deve continuare un certo percorso artistico, che esso sia basato su un’ideologia, una tecnica o una provocazione.
Difficilmente potrà continuare a sobillare tramite onomatopee o frasi sconnesse per troppo tempo e questo stile potrà altrettanto difficilmente trovare una propria evoluzione compositiva. Crediamo quindi che Young Signorino sia un fuoco di paglia incendiato dal business per creare un ennesimo tormentone, un’altra macchina da soldi. L’unica variabile che potrà smentirci sarà il tempo.

Young Signorino, futurista che viene dal passato.

Young Signorino

In realtà questa formula non è propriamente nuova. Nella storia musicale italiana e internazionale abbiamo potuto assistere, da decadi e decadi, a ogni sorta di moda e tormentone. In Italia abbiamo avuto band come Dari e Gazosa. Entrambe le band, che  avevano all’interno elementi strumentalmente molto validi, rilegate alla becera moda del momento.

Non tutto il male però vien per nuocere. Ogni generazione musicale ha avuto una sua evoluzione e un suo canto del cigno, una trasformazione e una detronizzazione da parte di altri generi musicali. Fenomeni come Indie Pop e Trap hanno avvicinato molti ascoltatori alla musica e, una volta che questi generi avranno detto tutto e saranno schiacciati da altro, è probabile che si potrà avere una nuova rinascita artistica e culturale. Con questo non vogliamo dire che tutta la Trap o tutto l’Indie Pop sia spazzatura, ma che buona parte del loro lato mainstream lo sia e che non vediamo l’ora che sia sostituito da altro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here