Robin Williams: nuove indiscrezioni sui suoi ultimi giorni

In una nuova biografia gli ultimi giorni di vita della star

Robin Williams era affetto da una malattia degenerativa non immediatamente diagnosticata.

A rivelarlo è proprio la moglie di Robin Williams, in un articolo per una rivista scientifica. È confermato anche in una nuova biografia dell’ attore, Robin, scritta da Dave Itzkoff. Il libro ripercorre i suoi ultimi giorni di vita.

Robin Williams

Inizialmente la diagnosi diceva che l’attore era affetto dal morbo di Parkinson.

Successivamente, gli strani comportamenti degli ultimi periodi portarono ad una nuova e più corretta diagnosi: demenza da corpi di Lewy. La malattia è caratterizzata dal depositarsi di proteine nel cervello andando a intaccare il corretto funzionamento del pensiero, della memoria, delle emozioni e dei movimenti.

Robin Williams

La malattia peggiorava continuamente portando l’attore ad avere pianti incontrollati e a dimenticare le battute sul set.

Sul set di Una notte al museo 3 Il segreto del faraone, ebbe una forte crisi. Si sfogò con la truccatrice Cheri Minns, che racconta: “Singhiozzava tra le mie braccia alla fine di ogni giornata. Fu orribile. Sono una truccatrice, non so gestire queste situazioni. Gli suggerii di tornare a fare cabaret. Ma lui rispose”

“Non posso, Cheri. Non so più come essere divertente”.

Robin Williams

Il suo ultimo show, The Crazy Ones è stato un flop. Questo per Robin fu un duro colpo. Inutile anche l’ingresso nella serie di Pam Dawber, la sua co-protagonista ai tempi dei successi di Mork & Mindy. Nella biografia l’attrice dichiara: “Mi resi conto che aveva qualcosa che non andava, perché aveva perso la scintilla”

Qualche tempo dopo, Williams esce di scena, per sempre.