Auguri a Rutger Hauer: i due ruoli indimenticabili

Condividi l'articolo

The Hitcher – La lunga strada della paura di Robert Harmon (1986)

Rutger Hauer
Rutger Hauer è il villain John Ryder.

Pochi attori, con la loro espressività e la loro fisicità, sono stati in grado di interpretare sempre ottimi antagonisti. Rutger Hauer sembra nato apposta per caratterizzare ruoli enigmatici, contorti e incredibilmente geniali. The Hitcher – La lunga strada della paura, può essere considerato uno dei thriller più brillanti, originali e avvincenti degli anni ’80. Nonostante un cast composto da attori di spicco come Jennifer Jason Leigh e C. Thomas Howell, il film di Harmon non avrebbe avuto lo stesso impatto sul pubblico senza l’apporto di Rutger Hauer. John Ryder è un personaggio misterioso e spietato, caratterizzato da una follia omicida con pochi eguali, visto soprattutto il suo mietere vittime senza un’apparente ragione se non per puro gusto personale.

Rutger Hauer
John Ryder è l’antagonista in The Hitcher, interpretato da Rutger Hauer.

Un serial killer furbo, magnetico e quasi onnipotente.  Il punto più figurativo di Ryder, è il fatto che egli voglia essere ucciso e dia più possibilità alla sua preda, che avrebbe potuto uccidere in ogni momento. Un serial killer quindi paziente e quasi generoso, che si diverte in una caccia al topo quasi per demonizzare i propri demoni. Rutger Hauer recitò con talmente tanta intensità da intimorire C. Thomas Howell anche fuori dal set. Solo un’ulteriore prova dell’efficienza artistica di un uomo, che in soli pochi istanti era in grado di bucare lo schermo.

LEGGI ANCHE:  Il corriere - The mule: la recensione del nuovo cult firmato Eastwood