I migliori dischi Metal del 2017

Condividi l'articolo

5. Ufomammut – 8

Come sempre, il trio Doom Italico si rivela una certezza.

8, che segna anche l’ottava pubblicazione del gruppo piemontese, riavvolge l’ascoltatore in quella calda coltre di lisergia e distorsione in cui gli Ufomammut ci hanno sempre stretto.
Un flusso di psichedelia doom riversato in otto brani che si compenetrano l’uno nell’altro, come da tradizione.
Le note finali di un brano sono il naturale inizio del successivo, che prosegue sulle stesse note fino espandersi, mutando in maniera drastica ma impercettibile sulle battute finali.

Un flusso potenzialmente infinito rappresentato dal simbolo stesso dell’infinito, guarda caso un otto in orizzontale.

 

 

4. Power Trip – Nightmare Logic

Se siete tra quelli che in fatto di Thrash Metal vivono ancora a cavallo tra gli anni ottanta/novanta, non potete fare a meno di di questo gioiellino dei Power Trip.

Un feroce incedere senza interruzione, per una mezz’ora di assoli al fulmicotone e botte old-school, come piace ai più nostalgici di Exodus, Kreator, Testament e così via.
Brani come Executioner Tax Soul Sacrifice hanno tutte le carte in regola per mettersi a fianchi dei migliori inni Thrash di sempre, rendendo di fatto Nightmare Logic un disco da ascoltare e riascoltare tracannando birra a fiumi. Micidiali.

LEGGI ANCHE:  Sleep - Unica Data Italiana