Bohemian Rhapsody: interrotte le riprese del film a causa di Bryan Singer

Il biopic di Bryan Singer sui Queen e Freddy Mercury ha subito uno stop. Le cause sembrano legate ad un comportamento poco professionale del regista.

Inaspettatamente, vista la riuscita campagna di lancio, le riprese di Bohemian Rhapsody, biopic su Freddy Mercury del regista Bryan Singer, sono state interrotte dalla Fox.

Le cause di questo provvedimento sembrano derivare dal comportamento dello stesso regista. Infatti, il suo mancato rientro sul set dopo le feste del ringraziamento hanno portato scompiglio tra i produttori del film.

Precisamente, stando alle fonti citate dall’Hollywood Reporter:

“il regista non è tornato sul set dopo il break per il giorno del Ringraziamento, suscitando il nervosismo dei produttori sullo stato di lavorazione e facendogli iniziare a vagliare l’evenienza di sostituirlo”

Secondo queste voci, il mancato rientro è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, poiché Singer aveva già suscitato malumori per i suoi continui ritardi sul luogo di lavoro. Il regista non è nuovo a questo tipo di comportamenti, dato che le sue continue assenze rallentarono la produzione di X-Men: Apocalypse e Superman Returns.

Intanto, un collaboratore di Singer ha dichiarato che lo stop è dipeso da:

“motivi di salute, legati a Bryan e alla sua famiglia. Bryan spera di poter tornare al lavoro dopo le feste”

Tali dichiarazioni non hanno convinto il popolo del web che sembra propenso ad avallare la tesi di un coinvolgimento del regista nello scandalo sessuale che ha travolto Hollywood.

Tesi, questa, rafforzata dalle accuse di poche settimane fa che Jessica Chastain (The Tree of Life) ha mosso nei confronti di Bryan Singer, già in passato accusato, e poi scagionato, di molestie sessuali.

Per il momento non sono trapelate ulteriori notizie, ma i rumor vogliono un non tanto celato malcontento da parte di tutto il cast.

Ricordiamo che l’uscita del film è prevista per il 25 dicembre 2018.

 

Credit: Repubblica.it