Le migliori interpretazioni di Leonardo DiCaprio

Condividi l'articolo

7) Shutter Island di Martin Scorsese

Le migliori interpretazioni di Leonardo DiCaprio

Ancora un’altra opera del maestro Scorsese. Shutter Island si svolge in un’isola dove risiede l’Ashecliff Hospital, nel 1954. Sul posto vengono inviati gli agenti federali Edward Daniels e Chuck Hole per la scomparsa di Rachel Solando. Rachel è una paziente della struttura adibita ai criminali psichiatrici. Rinchiusa nella sua stanza, la donna sembra svanita nel nulla. I due agenti condurranno le indagini, ritrovandosi all’interno di un caso decisamente più grande di loro. Atmosfere sul filo del rasoio e un’ambientazione da brivido fanno di Shutter Island uno dei migliori thriller degli anni 2000. Non mancheranno i colpi di scena per una sceneggiatura intricata tratta dal libro di Dennis Lehane: L’isola della paura. Ad arricchire il tutto, oltre alla preziosa regia di Scorsese, c’è una colonna sonora perfetta atta a trasmettere tensione ed angoscia. L’interpretazione di DiCaprio è ottima e mai sopra le righe. 

6) The Revenant di Alejandro Inarritu (2015)

Le migliori interpretazioni di Leonardo DiCaprio

Ambientato nel Nord Dakota nel 1823, The Revenant racconta la storia dell’esploratore Hugh Glass che per vivere commercia pelli. L’uomo ha anche un figlio adolescente di nome Hawk, avuto da sua moglie Pawnee, una donna indiana uccisa anni prima. Glass ed i suoi uomini riescono a sfuggire ad un attacco da parte di una tribù indiana, e decidono di non tornare in barca, ma a piedi. Sulla via Glass viene attaccato da un orso che, con tutta la sua ferocia, colpisce gravemente il nostro eroe. Convinti di avere davanti un uomo senza speranze, il gruppo lo abbandona. Ma Hugh Glass ha la pelle dura e farà di tutto per mettersi in salvo.

LEGGI ANCHE:  I 10 attori che muoiono sempre

The Revenant trasporta nelle montagne americane fredde ed inospitali. La pellicola a livello tecnico è eccellente: ricca di studiati piano sequenza, inquadrature precise ed una fotografia spettacolare, che sfrutta luci naturali e poca post-produzione. Il direttore della fotografia è Emmanuel Lubezki, divenuto famoso per i suoi lavori insigniti di numerosi premi  (Gravity, The tree of life e Birdman sono solo alcuni). L’interpretazione di Leonardo DiCaprio l’ha condotto sino al tanto ambito Oscar. Questo lavoro è stato per l’attore una vera e propria prova: temperature rigide da affrontare e una dieta molto particolare. DiCaprio ha infatti mangiato carne cruda per rendere il personaggio ancora più credibile. Probabilmente il ruolo più difficile della carriera.