5 motivi per amare Dexter Morgan

0
3479

Dexter è una serie tv americana la cui storia ruota intorno al personaggio di Dexter Morgan, all’apparenza un tranquillo e metodico perito ematologo forense della polizia di Miami, in realtà un feroce e spietato serial killer, che agisce seguendo un rigoroso codice impostogli dal padre adottivo Harry.

Secondo il “codice di Harry”, che Dexter segue alla lettera, le sue vittime devono essere esclusivamente assassini, stupratori, pedofili e tutti coloro che potrebbero rivelarsi pericolosi per la società. Sebbene sia un sociopatico – incapace quindi di provare sentimenti genuini – con il passare del tempo instaura un rapporto di sincera amicizia con amici e colleghi, in particolare con la sorellastra Debra, che lavora con lui nel dipartimento di polizia di Miami.

Dexter (per il suo dossier, cliccate qui) è uno dei personaggi più complessi e dettagliati mai creati, non solo per quando riguarda il mondo delle serie tv, ma in senso più ampio. Gli episodi sono costruiti in modo tale da farci ascoltare ciò che pensa (essendo scanditi dalla sua voce fuori campo che spiega e analizza le varie situazioni), e creando un livello di empatia assoluto con il protagonista. Per molti spettatori Dexter è diventato molto più di un semplice personaggio: si rivedono in alcuni suoi comportamenti e ragionamenti, lo amano e a tratti addirittura lo venerano.
Noi proveremo a spiegarvi il perché.

1. Nella quotidianità, indossa una “maschera”:

Dexter è freddo, calcolatore e incapace di provare sentimenti reali; si sente “umano” solamente quando fa a pezzi, senza pietà, le vittime da lui designate. Questa sua “assenza” e apatia potrebbero destare dei sospetti nei suoi confronti, facendolo passare per un soggetto inquietante e poco raccomandabile.

Proprio per questo Harry insegnò a suo figlio a costruirsi una facciata per apparire normale e innocuo agli occhi degli altri, sfuggendo egli stesso alle indagini della polizia. Come parte del suo progetto di mascheramento, e per farsi apprezzare dalle persone che lo circondano, Dexter porta le ciambelle sul posto di lavoro tutte le mattine, tenta di ridere (seppur forzatamente) a tutte le battute e partecipa ai tornei di bowling serali organizzati da Batista e Masuka. A completamento di questo processo di mimetizzazione, frequenta Rita, una donna separata con due figli piccoli, Astor e Cody.

Il “macellaio di Bay Harbor” utilizza questa maschera di normalità per poter raggiungere i suoi scopi, proprio come facciamo noi nella vita di tutti i giorni. Molte volte vi sarà capitato di fare “buon viso a cattivo gioco” con un collega che non vi piace, di partecipare ad una cena a cui non vorreste andare, o semplicemente di incontrare per strada persone che non vedete da anni, ma che siete costretti ad ascoltare. Come Dexter, il lato più recondito della nostra mente, lo riserviamo solo a pochi e fidati eletti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here