Lucca Comics Sottosopra con i protagonisti di Stranger Things

0
1874

La famosa fiera internazionale quest’anno ha accolto tra le sue fila alcuni protagonisti della famosissima serie Stranger Things.

La conferenza si è divisa in due parti, la prima a porte chiuse mentre la seconda in un Auditorium decisamente suggestivo, all’interno della bellissima Chiesa di San Francesco.

Come avevamo riportato in questo articolo, gli ospiti sono stati Natalia DyerCharlie HeatonJoe Keery e Linnea Berthelsen. Avvertiti fin da subito nel non porre domande troppo personali, siamo entrati quindi più approfonditamente nel rapporto di ognuno di loro con il proprio personaggio e con la troupe.

Come tutti abbiamo potuto constatare, la serie divide i protagonisti in 3 fasce di età. A Lucca erano presenti i ragazzi dall’età intermedia e in molti hanno chiesto del loro rapporto con i professionisti più adulti e della capacità di lavorare con dei ragazzini più piccoli.

Alla domanda del rapporto lavorativo con Gaten Matarazzo (Dustin nella serie), Joe Keery ha risposto: “Gaten ha un ottimo spirito lavorativo. È stato divertente lavorare più a stretto contatto, la storia ci aveva in qualche modo legati e “allontanati”. Lui è un ragazzo intelligente e simpatico, un attore più bravo di me“.

Alla richiesta di quali serie, film o canzoni anni ’80 si sono ispirati per entrare meglio nei loro personaggi, gli attori hanno citato film quali The Goonies, Indiana Jones, Star Wars (in particolare Anakin e la trasformazione in Darth Vader) e band come i New Order.

Il team sembra coeso e gli stessi attori hanno più volte dichiarato di sentirsi come in una grande famiglia con gli altri membri del cast.

Linnea Berthelsen inizialmente si è sentita spaesata, ma grazie ad altri nuovi membri della troupe è riuscita ad amalgamarsi ottimamente con tutti.

Charlie Heaton ha dichiarato di aver ricevuto la macchina fotografica mesi prima delle riprese per avere modo di prendere dimestichezza con essa. Essendo una Pentax Modello ME, utilizza ancora oltretutto il vecchio rullino.

Heaton ha apprezzato l’idea di avere degli scatti limitati e ha provato a focalizzarsi meglio su ogni singola foto sul set. Purtroppo però in quell’occasione aveva inserito male il rullino con risultati, quindi, abbastanza deludenti.

La fine della seconda conferenza si è chiusa con una divertente domanda dal pubblico. Dopo la conferma che la capigliatura di Keery non fosse solamente funzionale alla serie, gli è stato chiesto cosa usasse per tenere su la chioma. La risposta di Keery è arrivata in italiano: “parrucca”.

Una Lucca Sottosopra!

All’interno della fiera è possibile trovare alcune ambientazione ispirate alla serie, ricreate in modo decisamente suggestivo. Per non perdere l’occasione di vivere tale esperienza vi ricordiamo che la fiera continuerà ad intrattenerci fino a domenica 5 Novembre.

Continuate a seguirci, e per restare sempre aggiornati sul mondo Netflix, parlare e discutere di tutte le novità andate su Punto Netflix Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here