I 5 Motivi per vedere Big Mouth, il sesso fatto a cartone

Big Mouth

Big Mouth è una serie irriverente, spassosa e arguta, che punta la sua lente d’ingrandimento sulla pubertà e su tutte le problematiche che comporta. Un’opera che descrive il mondo del sesso, in modo originale ed intelligente, ironizzando su tutte quelle tematiche, che almeno una volta nella vita ci è capitato di affrontare. Dopo Bojack Horseman, Netflix sforna un altro capolavoro dell’animazione che sa essere scorretto al punto giusto e che attribuisce la giusta leggerezza a tutti quei problemi, che in età adolescenziale, ci sembravano insormontabili. Ecco a voi quindi, i cinque motivi per cui Big Mouth è una serie che non dovete assolutamente perdere.

1) La fantasia dei personaggi

Big Mouth

Big Mouth è una serie che attinge al passato. Prende elementi già conosciuti dal grande pubblico, per rimodernarli e mescolarli a dei nuovi, creando un’opera fresca ed interessante. Il modo con cui è stato creata l’ambientazione della serie TV è affascinante e delirante al tempo stesso; un’unione che si rivela vincente e che dà forma ai turbamenti dell’adolescenza. Tutti noi, quando eravamo in piena fase adolescenziale, avevamo un mostro degli ormoni pronto a suggerirci di dare libero sfogo ai nostri pensieri più reconditi. Una materializzazione della sfera sessuale dell’uomo, che si manifesta all’improvviso e che muore solamente insieme all’essere che la ospita. Amici immaginari, creature surreali e fantasmi in soffitta, tutti elementi che vanno a descrivere in maniera fantastica una fase dell’esistenza in cui smettiamo di essere quello che eravamo. Un percorso per diventare qualcosa di nuovo, dove sentirsi sperduti e impauriti dal tutto fa parte della normalità.