I 5 Motivi per vedere Big Mouth, il sesso fatto a cartone

4) L’adolescenza e i suoi problemi

Big Mouth

L’adolescenza e i suoi problemi, quelli che tutti noi abbiamo passato almeno una volta, che si voglia ammetterlo oppure no. La fase puberale, che si trascina dalle medie fino alle superiori, è forse quella più travagliata e complicata della specie umana. Un periodo fatto di crisi d’identità, paure irrazionali, cattiverie e problemi di titanica fattura. In Big Mouth tutto questo trova il giusto spazio, mostrando al pubblico i primi traumi e le prime scoperte di quella fase travagliata. In questa nuova serie Netflix è impossibile non immedesimarsi almeno in uno dei personaggi dello show, poiché ognuno di loro rappresenta, nel suo piccolo, un mondo di emozioni e pensieri nel quale potremmo specchiarci e ridere di buon gusto.

5) Lo stile di disegno

Big Mouth

Il tratto semplice e i colori sgargianti della serie sono destinati a rimanere impressi nella mente dello spettatore. Corpi esili e teste giganti, sproporzionate al resto, ma comunque gradevoli allo sguardo, anche a quello più superficiale o che meno tollera tali stranezze. Poche ombre e colori piatti; ritorna l’animazione semplice e che vince per il mondo con cui sceglie di raccontare una storia e per la fantasia che è capace di regalare. Il disegno, seppur appaia semplice nelle forme, mostra in realtà un’attenzione ai dettagli non indifferente ed una scelta cromatica accattivante, in grado di colpire piacevolmente l’occhio dello spettatore.