Mostro, la seconda stagione arriverà entro la fine dell’anno

Netflix ha confermato che la seconda stagione di Mostro, che racconterà la storia de fratelli Menendez, arriverà entro la fine del 2024

mostro
Credits: Instagram/Netflix
Condividi l'articolo

Il ritorno di Mostro è sempre più vicino

Seguiteci sempre su LaScimmiaPensa e iscrivetevi al nostro canale WhatsApp!

Circa un anno fa Netflix ha annunciato di aver rinnovato Mostro, miniserie che, nella prima stagione, racconta le atrocità commesse da Jeffrey Dahmer (qui la nostra recensione). La piattaforma della grande N. ha infatti rivelato di voler fare altre due stagioni, sempre con Rian Murphy al comando e basarle su altre figure mostruose che hanno avuto un impatto sulla società.

La seconda stagione, che arriverà sulla piattaforma entro la fien del 2024, si concentrerà su Lyle ed Erik Menendez, fratelli che furono condannati per aver ucciso i loro genitori nella loro casa di Beverly Hills nel 1989. In tribunale, la coppia ha citato anni di abusi sessuali, emotivi e fisici come motivo dei loro atti, ma l’accusa ha sostenuto che lo hanno fatto solo per ottenere la loro parte del patrimonio di famiglia. Alla fine, i fratelli furono entrambi condannati per omicidio di primo grado e condannati all’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.

LEGGI ANCHE:  Ufficiale: The Umbrella Academy rinnovata, ecco tutto quello che sappiamo

Javier Bardem e Chloë Sevigny interpreteranno i genitori, mentre Nicholas Alexander Chavez e Cooper Koch daranno vita a Lyle ed Erik Menendez. Anche Nathan Lane, Ari Graynor, Leslie Grossman e Dallas Roberts si sono uniti al cast in ruoli non ancora specificati.

La scelta di Netflix di rinnovare Mostro per una seconda stagione non è stata ben vista da parte dell’utenza che ha criticato la piattaforma per un’eccessiva spettacolarizzazione della violenza e della morte. Inoltre Murphy è stato criticato per aver raccontato le atrocità di Dahmer senza aver chiesto prima il parere delle famiglie delle vittime.

Abbiamo studiato per molto tempo la storia – aveva detto l’autore a The Hollywood Reporter. E nel corso dei tre, tre anni e mezzo nei quali lo stavamo davvero scrivendo, lavorandoci sopra, abbiamo contattato 20, circa 20 tra i membri delle famiglie e degli amici delle vittime per ottenere input parlando con loro e nessuno ci ha risposto.

Quindi abbiamo fatto molto, molto affidamento sul nostro incredibile gruppo di ricercatori che… non so nemmeno come abbiano trovato molte di queste cose. Ma è stato uno sforzo che abbiamo fatto senza sosta giorno e notte per noi cercare di scoprire la verità su queste persone.

Che ne pensate? Curiosi del ritorno di Mostro?