Nolan riflette sulla sua Trilogia de Il Cavaliere Oscuro

In un evento tenutosi al British Film Institute ( BFI ) di Londra, Nolan ha riflettuto sulla sua Trilogia de Il Cavaliere Oscuro

il cavaliere oscuro, christian bale
Condividi l'articolo

Il Cavaliere Oscuro, Trilogia di film dedicati a Batman e diretti da Christopher Nolan tra il 2005 e il 2012, è una delle opere cinematografiche più amate di tutti tempi. Uno dei motivi che hanno portato a rendere questa saga così amata è stato sicuramente il realismo dei temi trattati. In un evento tenutosi al British Film Institute ( BFI ) di Londra, Nolan ha parlato proprio di questo dicendo:

L’intento è sempre stato quello di essere onesti nel presentare le cose da cui eravamo colpiti, le cose di cui eravamo preoccupati. Sicuramente quando ripenso a Batman Begins, c’è una forte enfasi sul terrorismo, ovviamente, dopo l’11 settembre. Non era qualcosa che stavamo inserendo consapevolmente nel film. Certamente, il Joker de Il Cavaliere Oscuro parla di paura, anarchia e paura che le regole vengano infrante e cosa ciò farà alla società. Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno teme moltissimo il fascismo e la demagogia.

Nella stessa sede, il cineasta britannico ha anche parlato della possibilità di dirigere un film horror dicendo:

LEGGI ANCHE:  Tenet è il titolo del nuovo film di Christopher Nolan, svelato anche il cast

Oppenheimer ha elementi horror sicuramente, come penso sia appropriato per l’argomento. Penso che i film horror siano molto interessanti perché dipendono da dispositivi molto cinematografici, si tratta davvero di una risposta viscerale alle cose e quindi, ad un certo punto, mi piacerebbe fare un film horror. Ma penso che per un film horror molto buono serve un’idea davvero eccezionale. E quelli sono pochi e lontani tra loro

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa