Morgan racconta retroscena su X Factor

In una conferenza stampa virtuale su Whatsapp, Morgan ha rivelato alcuni retroscena su X Factor

morgan, fedez, x factor
Condividi l'articolo

Nella giornata di ieri Morgan è stato licenziato da X Factor a seguito di ripetuti comportamenti incompatibili e inappropriati (qui i dettagli). Poche ore dopo questo evento, il cantante ha tenuto una conferenza virtuale su Whatsapp moderata da Enrico Silvestrin nella quale sono emersi retroscena riguardanti la sua presenza al talent musical.

Sono venuti a cercarmi per coinvolgermi con insistenza assordante perché io non avevo la minima intenzione di fare X Factor – dice Morgan. Mi hanno scompigliato la vita il mio equilibrio, la serenità, la famiglia, i miei progetti riconquistati con tanta dedizione e fatica negli anni. Ho attraversato momenti difficili da cui sono emerso sempre con le forze della mia dedizione, con lo studio, con l’amore per la musica, con la divulgazione appassionata. Avevo ristabilito un equilibrio delicato e tanto agognato

Mi hanno lusingato con promesse da marinai, perché nessuna hanno mantenuto. Ho detto loro: vi prego non devastatemi ancora la tranquillità, io sto facendo finalmente il mio programma in Rai, ‘Stramorgan’, una vera oasi musicale in un mondo che aveva perduto la bellezza, stavo terminando il mio album di inediti con Panella. Ho detto loro supplicandoli di non venire a distruggere la mia quiete con la loro smania. Hanno corteggiato a tal punto che mi hanno detto di chiedere qualsiasi cosa volessi: non ho chiesto denaro, ma garanzie di qualità e di rispetto

Ho chiesto: protezione mediatica – prosegue Morgan. Mi hanno trattato in maniera ingiusta, mandando in giro informazioni che mi hanno leso. Una ‘shitstorm’. Libero arbitrio nelle scelte dei brani. Questo non è avvenuto, ho scoperto che non ho avuto la possibilità di scegliere i brani, mentre gli altri lo hanno fatto. Mi hanno obbligato a far cantare loro le canzoni delle audizioni. Mi dicevano: ‘Queste sono le canzoni che tu hai scelto’, nonostante non le avessi scelte. La possibilità di fare un evento estivo di musica in televisione, prodotto da loro in collaborazione con Rai. È un intero sistema che non ha assolutamente rispettato, anzi ha provocato

Parlando di Bugo, Morgan ha poi detto:

LEGGI ANCHE:  Morgan/Bugo, il caso finisce in tribunale

Non ho letto la risposta di Bugo sulla mia cacciata (qui per leggerla) – ha spiegato Morgan. Pensate il paradosso ho detto che avrei avuto piacere ad invitarlo in trasmissione. Non sono una persona capace di provare rancore. In questo mondo fatto di colpi bassi, non lo concepisco e non lo appartengo.

Parlando poi di Fedez, Morgan ha detto:

Quello che ho detto a Fedez è stata una cosa ironica e auto-ironica, ho chiesto scusa via messaggio. Nonostante lui è stato molto violento nei miei confronti, dicendo delle cose terribili in camerino dopo la puntata, con mia figlia di tre anni in braccio. Urlando e bestemmiando, dicendo: lo dovete cacciare o io o lui. Con mia figlia che mi diceva: papà, perché hai paura? Nonostante tutto reagisco a questa cattiveria umana senza diventare come loro. Bugo mi è sempre piaciuto come cantautore e se fa delle cose nuove, non so se scrive ancora lui, mi è sempre piaciuto. Volevo invitarlo a X Factor, poi è andata come è andata

Ho sempre pensato che Fedez fosse un ragazzo intelligente, che avesse un buon vocabolario, che fosse una persona con cui riuscire avere a che fare. Ultimamente ha avuto anche questa malattia, mi è dispiaciuto molto e sono stato molto vicino a lui per quanto è possibile. L’ho consolato con parole e musica e ho cercato di dargli forza per rimettersi. Gli ho anche scritto una canzone. L’essere umano a me interessa più di ogni cosa. Un ragazzo di 33 anni che lotta per la vita, tutto ha meno importanza di quello chiunque egli sia criminale, matto o gentile o virtuoso, amico non amico. Non interessa. La vita è un bene per tutti e non deve mai essere scavalcata. La fiducia nell’uomo è la priorità dell’umanità. Fedez non è un mio nemico. Lui ha fatto la scenata pazzesca, incredibile. Ma chi se ne frega!

Infine Morgan ha concluso dicendo:

LEGGI ANCHE:  Morgan contro Bugo, ma è un gioco RPG [VIDEO]

Nel momento in cui sono andato a minare determinati equilibri di sistemi economici, smascherando l’illegittimità. Hanno chiesto la mia testa. Non so chi l’abbia chiesta. Si possono fare delle ipotesi. Ho sentito parecchia inimicizia lì dentro. Ho sentito che si remava per volermi male, farmi sentire non incluso. Soprattutto quando prendo la parola. Si cercava di darmi il meno possibile la parola, quando avevo ragione. Io ho smascherato, già dalla prima puntata, quando si è parlato del brano di Annalisa. Simonetta scrive canzoni per loro, la combriccola di produzione discografica, sostenuta dalla Warner che è la produzione del programma. Dargen D’Amico, Francesca Michielin, Fedez hanno interessi reciproci. Una squadra di lavoro che ha occupato X Factor. Ho spesso smascherato i loro interessi. Questo è un licenziamento illegittimo. Non mi interessa sputare fango verso questi personaggi. Mi lascino in pace! Signori, io sono un pensatore non sono un arciere

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa

Fonte: Il Fatto Quotidiano