5 macabre Leggende sul Natale [LISTA]

Krampus, leggende sul natale
Condividi l'articolo

Il periodo dell’anno più festoso e scintillante è finalmente arrivato e l’atmosfera natalizia invade ogni cosa. Il Natale è denso di magia: le strade si riempiono di luci e i negozi sono colmi di confezioni sgargianti. Il rosso, il verde e l’oro diventano i colori che caratterizzano le nostre giornate, ma non è sempre stato così: avete mai sentito parlare di macabre leggende sul Natale?

C’è stato un tempo  in cui il periodo delle feste natalizie, era caratterizzato da toni cupi e macabri, assediato da leggende di figure spettrali. Fiabe del terrore, di mostri, streghe e spiritelli, raccontate davanti a un focolare, per spaventare i bambini. Con il passare degli anni le leggende sono diventate vere e proprie tradizioni folcloristiche, festeggiate maggiormente nei paesi del nord Europa.

Qualcosa che un tempo era macabro e spaventoso, oggi diventa motivo di gioia e divertimento. Le manifestazioni per celebrare le macabre leggende sul Natale, si svolgono con sfilate, canti, balli e a volte con scherzi innocui. La tradizione vuole che siano i ragazzi più giovani ad interpretare le macabre leggende, ma con il passare del tempo sono diventate più buffe che spaventose.

LEGGI ANCHE:  Natale Brutale: 10 horror natalizi da vedere durante le feste

Eccovi dunque la nostra personale lista delle 5 macabre leggende sul Natale!

Il Krampus

Krampus 2

Al primo posto della nostra lista si trova sicuramente la leggenda del  Krampus,  che è tra le  più conosciute. La sua storia ha origine nei paesi nordici, come per la maggior parte delle leggende macabre sul Natale. Il Krampus viene descritto come un demone per metà uomo e metà capra.

Esistono diverse versioni della leggenda, ma quasi in tutte il demone svolge il compito di punire i bambini cattivi, con torture di ogni genere. In una di queste si racconta che nei periodi di carestia, i giovani dei piccoli paesi di montagna si travestivano con pellicce, corna e stracci. Diventando così irriconoscibili, andavano in giro a terrorizzare e saccheggiare i villaggi vicini.

Dopo un po’ di tempo, i giovani si accorsero che tra di loro vi era un vero demone che, approfittando della situazione, riusciva a punire indisturbato chi era stato cattivo. Venne dunque chiamato San Nicola, l’odierno Santa Claus, che esorcizzò il Krampus mettendolo al suo servizio. Per questo spesso la figura del demone viene associata e posta come nemesi a quella di Santa Claus.

LEGGI ANCHE:  Freddie Mercury fa ancora regali di Natale agli amici anni dopo la sua morte

Se siete incuriositi da questa macabra leggenda, vi consigliamo la visione del film Krampus – Natale non è sempre Natale. La pellicola del 2015 è stata diretta da Michael Dougherty e tra i protagonisti principali troviamo Adam Scott e Toni Collette.

Gryla

Gryla, leggende sul natale

Un’altra  macabra leggenda sul Natale è quella di Gryla, le cui origini hanno radice in Islanda. Gryla viene descritta come un troll gigantesco, perennemente di cattivo umore a causa della sua insaziabile fame di bambini. Ogni Natale, Gryla scende dalla sua casa situata sulle montagne, per andare a caccia di infanti cattivi.

Una volta catturati li trascina nella sua grotta per bollirli vivi e poi mangiarli. E’ davvero scioccante pensare che una volta questa storia veniva raccontata ai bambini. Una versione più candida di Gryla, viene rappresentata nella serie-tv  Le terrificanti avventure di Sabrina. In questo caso la donna viene descritta come una curatrice e non come un’assassina.

Gryla rientra certamente tra le più spaventose e macabre leggende sul Natale.