Borat deride Kanye West: “Troppo antisemita anche per noi”

Al Kennedy Center Honors Sacha Baron Cohen è tornato nei panni di Borat e ha preso di mira Kanye West

Condividi l'articolo

Borat, giornalista kazako ideato e interpretato da Sacha Baron Cohen è oramai, lo sappiamo, un personaggio a metà tra realtà e finzione che l’attore britannico usa per fare satira. Quando dunque la star de Il Processo ai Chicago 7 ha deciso di tornare nei panni del personaggio in un tributo agli U2 fatto al Kennedy Center Honors, era abbastanza prevedibile che avrebbe preso di mira qualcuno. E così è stato. Inizialmente ha scherzato con il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, presente in prima fila.

Mi è stato detto che il presidente degli Stati Uniti oggi è qui. Dove sei, signor Trump? Non hai un bell’aspetto – ha detto Borat mentre le telecamere inquadravano un divertito Biden. Dov’è finita la tua pancia gonfia? E la tua bella pelle arancione? Vedo che hai una nuova moglie. Whoa whoa, whooo wha! È molto sexy – Le telecamere hanno ripreso anche Jill Biden che rideva e applaudiva.

Nella seconda parte del suo intervento, Borat ha preso di mira Kanye West che è stato recentemente bannato da Twitter da Elon Musk a causa di alcuni contorversi post antisemiti (qui i dettagli).

LEGGI ANCHE:  Sacha Baron Cohen spara a zero su Facebook:"Se paghi, puoi fare tutto"

Devo dire che sono molto turbato per l’antisemitismo negli Stati Uniti oggi. Non è giusto. Il Kazakistan è la nazione n. 1 per schiacciare gli ebrei. Smettetela di rubare il nostro hobby. Stop al furto. Smettetela di rubare – ha detto in un chiaro riferimento a Trump e alle sue teorie del complotto sulle elezioni presidenziali del 2020.

Il vostro Kanye. Ha cercato di trasferirsi in Kazakistan e ha persino provato a cambiare il suo nome in Kazakhstan-ye West. Ma abbiamo detto di no. È troppo antisemita anche per noi.

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa