The Wolf of Wall Street: Robbie volle recitare nuda in una scena

Parlando con The Telegraph nel 2014, Margot Robbie rivelò di aver insistito per recitare totalmente nuda in una scena di The Wolf of Wall Street

Margot Robbie in The Wolf of Wall Stret
Margot Robbie in The Wolf of Wall Stret
Condividi l'articolo

Margot Robbie è oggi una delle attrici più apprezzate e amate al mondo. Tuttavia quando venne scelta nel 2013 da Martin Scorsese per The Wolf of Wall Street era ancora alle prime armi. Tuttavia dimostrò immediatamente di avere la stoffa della grande attrice. Il film infatti racconta la tumultosa vita del broker Jordan Belfort e l’attrice australiana interpreta Naomi Lapaglia, la sua seconda moglie. Il ruolo prevedeva numerose scene di sesso, inclusa una di nudo integrale, e l’attrice era preoccupata per come quelle scene sarebbero finite state usate su Internet. Per questo motivo Scorsese suggerì di lasciare parzialmente vestita la Robbie in modo che si sentisse più a suo agio. Lei però in nome del realismo rifiutò e si decise e recitare nuda. Come infatti ha raccontato lei stessa a The Telegraph nel 2014:

Penso che la nudità per amore della nudità sia vergognosa. Se la inseriscono in un film solo per far sì che una ragazza si tolga il top, allora è disgustoso. E questo vale sempre. Ma penso anche che sia disgustoso che qualcuno si sarebbe spogliato nella vita real e, nel film si lascia comodamente il reggiseno o si tira su il lenzuolo. Vedere qualcuno che viene coreografato per essere coperto mi irrita altrettanto.

Il punto centrale di Naomi è che il suo corpo è la sua unica forma di valuta in questo mondo. Quindi, quando Marty [Scorsese] ha cercato di aiutarmi e ha detto nella scena in cui seduce Jordan forse potrei avere un addosso la vestaglia, ho detto che non lei non l’avrebbe fatto. Deve essere nuda. Sta mettendo le carte sul tavolo.

L’impegno di Margot Robbie per l’autenticità è ammirevole, ma questo non vuol dire che non l’abbia trovata difficile e imbarazzante. Riflettendo sulle riprese di una scena di seduzione memorabile nel film, ha detto in un’intervista del 2018 :

LEGGI ANCHE:  Il vero Wolf of Wall Street organizza un seminario sui Bitcoin [VIDEO]

Non si vede quando guardi il film, ma in realtà siamo in una minuscola camera da letto con 30 membri della troupe stipati. Tutti uomini. E per 17 ore fingo di toccarmi. È una cosa molto strana e devi seppellire l’imbarazzo davvero profondamente, e impegnarti completamente.

Che ne pensate? Avete apprezzato il suo lavoro in The Wolf of Wall Street?

Seguiteci su LaScimmiaPensa