Mercoledì: la Data d’Uscita della serie di Tim Burton [FOTO]

Netflix ha finalmente rivelato la data d'uscita di Mercoledì, nuovissima serie Tv di Tim Burton ambientata nell'Universo de La Famiglia Addams

novità netflix
Condividi l'articolo

Dopo diversi mesi dal suo annuncio, Netflix ha finalmente rivelato la data d’uscita di Mercoledì, nuovissima serie di Tim Burton che racconterà le vicende della primogenita della Famiglia Addams ormai cresciuta (qui il trailer). La data da segnare sul calendaio è il 23 novembre che, ovviamente, sarà un mercoledì.

Il cast, accanto alla protagonista assoluta interpretata da Jenna Ortega sarà davvero di tutto rispetto. Con lei ci saranno infatti Luis Guzmán, Catherine Zeta-Jones, Isaac Ordonez e George Burcea nei panni rispettivamente di Gomez, Morticia, Pugsley e Lurch. A completare la lista dei principali attori che prenderanno parte allo show troviamo Gwendoline Christie che sarà la Preside della Nevermore Academy, accademia per ragazzi speciali dove si svolgeranno la maggior parte dele avventure della serie. Lo show infatti, composto da 8 episodi, racconterà le avventure della primogenita di Morticia e Gomez come studentessa dell’istituto. Li dovrà fare i conti con le sue capacità psichiche, con una follia omicida che sta terrorizzando la città e con un mistero che ha coinvolto al sua famiglia 25 anni prima.

LEGGI ANCHE:  Netflix non sarà più disponibile su alcuni dispositivi, ecco quali

Non l’abbiamo mai vista da adolescente – aveva spiegato in precedenza la stessa Ortega a Entertainment Weekly. Sai, è divertente, dolce e quasi affascinante ascoltare l’ossessione di questa bambina di otto anni per l’omicidio, il sangue e le budella. Ma man mano che invecchia, quell’atteggiamento sgradevole o [quelle] osservazioni pungenti, sono difficili da farle sembrare come quelle di tutte le altre ragazze adolescenti. Quindi, come possiamo centrare questo personaggio e darle lo stesso fuoco senza farla diventare qualcosa che non è? Inoltre, è una serie di otto ore, quindi, per un personaggio senza emozioni, ci deve essere una sorta di arco emotivo

Ci siamo quasi!

Seguiteci su LaScimmiaPensa