Hogwarts Legacy: ecco le sale comuni delle Case [VIDEO]

Il videogioco di ruolo d'azione, ambientato nel mondo di Harry Potter, è stato posticipato al 10 febbraio 2023.

Hogwarts Legacy
Credits: PlayStation / YouTube
Condividi l'articolo

Hogwarts Legacy è uno dei progetti videoludici più attesi degli ultimi anni: il gioco di ruolo action ambientato nel mondo di Harry Potter e sviluppato da Avalance Software e Studio Gobo per Microsoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S e Nintendo Switch, porta nuovamente alla ribalta una delle saghe letterarie (e successivamente cinematografiche) fantasy più note, dando la possibilità ai giocatori di esplorare i meandri più segreti dell’iconica scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.

Hogwarts Legacy, infatti, dà modo agli utenti di creare e personalizzare da zero il proprio protagonista e scegliere la Casata di riferimento, sia essa Grifondoro, Tassorosso, Serpeverde o Grifondoro, facendo partecipare il personaggio ad attività comuni, alle lezioni e contemporaneamente lasciandogli scoprire, passo dopo passo, un’avventura narrativa senza precedenti. Mentre purtroppo la realizzazione è stata rimandata il 10 febbraio 2023 (inizialmente doveva arrivare a dicembre 2022), nelle ultime ore sono arrivati dei video molto interessanti.

Come riportato da ComicBook, infatti, direttamente sulla pagina ufficiale Twitter proprio di Hogwarts Legacy sono stati pubblicati quattro differenti filmati che illustrano il livello di cura del videogioco, mostrando, dal punto di vista del gameplay, come appaiono le sale comuni di Grifondoro, Tassorosso, Serpeverde e Grifondoro. Ovviamente, ognuna di queste sale ha delle particolarità legate al background di riferimento e ciò non può che rendere gli appassionati molto felici, visto che il risultato grafico ed estetico è davvero strabiliante.

LEGGI ANCHE:  Harry Potter, Miriam Margolyes: "Volevo che Boris Johnson morisse"

Vi ricordiamo che Hogwarts Legacy è pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment e Portkey Games, con una direzione ad opera di Alan Tew e una sceneggiatura redatta da Moira Squier. In particolare, il videogioco è ambientato alla fine dell’Ottocento, in maniera tale da poter spaziare a livello di ambientazione e narrativa senza dover per forza tenere conto di quanto è stato già creato con i romanzi, gli altri videogiochi e i film. Seguiteci su LaScimmiaGioca.